La Polizia chiude per 15 giorni nota discoteca Milazzese

8 Novembre 2019 Cronaca di Messina

È stato notificato oggi, dai poliziotti del Commissariato di P.S. di Milazzo, il decreto di sospensione dell’attività di trattenimenti danzanti, emesso dal Questore di Messina Vito Calvino, a carico dello Shore, nota discoteca del centro cittadino.

Il provvedimento è scaturito, a seguito dei controlli amministrativi effettuati, lo scorso 20 ottobre, dagli agenti del locale Commissariato coadiuvati dai colleghi della Divisione Polizia Amministrativa della Questura.

In quella circostanza sono state riscontrate diverse irregolarità, che creavano grave e concreto pericolo per l’incolumità degli spettatori.

Nello specifico avrebbe dovuto ospitare 450 persone a fronte di un numero notevolmente superiore di avventori presenti, di queste 200 erano distribuite su due soppalchi che ne avrebbero potuto contenere 75. 

Quanto accertato ha permesso, dunque, al Questore di disporre la sospensione della relativa licenza nonché la chiusura per 15 giorni del locale, con il preciso scopo di prevenire situazioni analoghe a quelle di cui sopra, pregiudizievoli per l’ordine e la sicurezza pubblica. La discoteca aveva già subito una chiusura temporanea nel febbraio di quest’anno.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione