Si è insediato a Trapani il nuovo Questore, il messinese Salvatore La Rosa

11 Novembre 2019 Cronaca di Messina

Si è insediato, questa mattina, il nuovo questore di Trapani. Si tratta del messinese Salvatore La Rosa subentrato a Claudio Sanfilippo la cui permanenza nel capoluogo è durata soltanto un anno. “Sono contento di essere questore di Trapani – le prime parole di Salvatore La Rosa, già questore di Ragusa – e spero di fare bene. Ho trovato una macchina ben strutturata e ben organizzata. Certo si può sempre migliorare e lavoreremo anche per questo”.  Poi il neo questore fissa le priorità: “Rispondere alle esigenze della collettività in tema di sicurezza, puntando soprattutto sull’attività di prevenzione”. Ma tra le priorità rientrano anche “la lotta alla criminalità organizzata che in Sicilia – sottolinea Salvatore La Rosa – e una presenza ingombrante. Lavoreremo senza sosta, facendo anche l’impossibile, per la cattura di Matteo Messina Denaro. Sarebbe un risultato storico. Ma anche l’immigrazione nella nostra isola è una priorità”. Per quanto riguarda, infine, gli episodi di danneggiamento verificatosi nella zona del centro storico, il questore ha detto: “Ci stiamo lavorando, portando anche il caso in sede di Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica per coinvolgere anche prefetto e sindaco. Non credo, però, che siamo davanti ad una emergenza. Un solo balordo in una notte può danneggiare dieci auto”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione