Il magistero di Papa Francesco: eresia o profezia? Un ciclo di seminari tra Messina e Catanzaro

14 Novembre 2019 Senza categoria

La Piccola Comunità “Nuovi Orizzonti”, insieme al Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università di Messina, al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Sociologia dell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro, all’Associazione Mons. Oscar Romero, alla Chiesa valdese di Messina, al Segretariato per le Attività Ecumeniche di Messina, al Movimento Eucaristico Giovanile di Messina, propone​ il ciclo di seminari di studio “I lunedì della Parola” sul tema “‘Cosa ci sta capitando, donna?’ (Gv 2, 1). L’annuncio del Vangelo di Papa Francesco: eresia o profezia?”. I seminari si svolgeranno tra i mesi di novembre 2019 e di aprile 2020 nelle città di Messina e di Catanzaro.

L’iniziativa sarà presentata il prossimo sabato 16 novembre, alle ore 11, presso la sede della Piccola Comunità “Nuovi Orizzonti” in Via Alemanna 5, Messina, con gli interventi di Felice Scalia, gesuita, Sandro Gorgone, per Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne di Messina, Antonino Mantineo e Domenico Bilotti, per il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Catanzaro, Rosario Confessore, per la Chiesa valdese di Messina, Mariella Urzì, presidente della Piccola Comunità Nuovi Orizzonti.

​ L’obiettivo è quello di approfondire i cambiamenti in atto nella Chiesa e nella società, alla luce del magistero e dell’impegno pastorale di Papa Francesco. Non c’è dubbio che il primo Papa latino-americano della storia, con le sue parole, i suoi gesti, i suoi documenti, abbia avviato nella comunità ecclesiale una stagione di riforma, da taluni definita come una “primavera”, ispirata ad un annuncio del Vangelo autenticamente radicale. Dinnanzi ad un Occidente del mondo, caratterizzato dal capitalismo e dalla cultura del consumo e dello scarto, il Papa interpella tutti ad una conversione piena, in senso laico prima ancora che religioso, che sia “integrale”, che coinvolga, cioè, le persone ed il loro relazionarsi con l’ambiente naturale.​

Su questi temi è stato strutturato un percorso che, a partire dalle suggestioni offerte dall’opera cinematografica di Wim Wenders “Un uomo di Parola”, il prossimo lunedì, apra una serie di riflessioni sulla Chiesa in uscita, sulle sfide per il mondo contemporaneo, sulla questione ecologica, sui diritti dei migranti, sul ruolo della donna nella Chiesa e nella società e sui due recenti sinodi, quello dei giovani e quello panamazzonico, con relazioni di Vito Mancuso, Paolo Ricca, Raniero La Valle, Sandro Gorgone, Caterina Resta, Rocco d’Ambrosio, Sergio Tanzarella e Luigi Ferrajoli. Si tratta di un importante ciclo di seminari che potrà fornire, in particolare agli studenti, gli strumenti critici adeguati per comprendere il presente e le proiezioni future dell’istituzione ecclesiale e della società civile.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione