Consulta regionale giovanile istituita all’Ars, i lavori partono da Messina

23 Novembre 2019 Politica

Tracciare le linee programmatiche a livello provinciale con la riunione delle diverse consulte presenti nei vari comuni. Parte da qui il primo di una serie di eventi promossi dall’Assemblea regionale delle consulte giovanili siciliane che si terranno in tutte le province con l’obiettivo di transitare dall’assemblea di tutte le consulte alla Consulta regionale giovanile approvata dall’Ars lo scorso 29 ottobre.

Gremita la sala consiglio di Palazzo dei Leoni che ha visto la partecipazione di numerosi giovani provenienti da tutta la provincia più una decina di amministratori locali tra sindaci, assessori alle politiche giovanili e consiglieri comunali. Presenti inoltre i deputati regionali Danilo Lo giudice, Udc; Valentina Zafarana, M5S ed anche la deputata nazionale  di Forza Italia Matilde Siracusano.

In rappresentanza dell’amministrazione comunale di Messina era presente l’assessore alle politiche giovanili Enzo Caruso. Al centro del dibattito le politiche giovanili e la partecipazione dei giovani alla vita politica attraverso la consulta giovanile, strumento prezioso dotato di potere consultivo e propositivo che conferisce ai giovani una opportunità imperdibile per sopperire alle mancanze della politica e rendere nuovamente protagonista il territorio. Tra i temi affrontati anche il Ddl “Consulta regionale giovanile” approvato dall’Ars lo scorso 29 ottobre.

 

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione