Presidenza Ersu Messina, il governo regionale designa Pierangelo Grimaudo

26 Novembre 2019 Cronaca di Messina

l governo regionale ha inviato alla commissione Affari Istituzionali dell’Ars le designazioni dei presidenti degli Ersu. In riva allo Stretto è stato prescelto Pierangelo Grimaudo, docente di diritto pubblico nell’Ateneo di Messina L’ultima parola spetta adesso alla prima Commissione dell’Assemblea regionale siciliana , che ha il compito di verificare se le designazioni effettuate dall’esecutivo regionale sono legittime.

Intanto, la notizia viene accolta e commentata con grande soddisfazione dai tre neo consiglieri d’amministrazione dell’Ersu di Messina Kevin Bonasera, Pietro Di Certo e Manuel Morabito.

“Finalmente- scrivono in un comunicato – l’Ersu viene liberato da un lungo periodo di commissariamento. Dopo la conclusione dell’iter valutativo di cui si è reso protagonista il governatore regionale Nello Musumeci, e dopo il fisiologico passaggio di questa mattina alla Commissione Affari Istituzionali, potrà, dopo anni, insediarsi il Consiglio d’Amministrazione dell’ente. Innanzitutto, sentiamo l’esigenza di porgere un grande augurio al neo presidente dell’Ersu di Messina, Pierangelo Grimaudo, con il quale siamo certi lavoreremo in grande sinergia”.

“Abbiamo atteso con assoluta fiducia che il governo regionale sciogliesse ogni riserva sulle nomine, prima di sottoporle alla valutazione della Commissione competente. Al presidente della Regione va un sincero ringraziamento per avere finalmente definito una vicenda che aveva assunto proporzioni imbarazzanti. Non vediamo l’ora di poter iniziare questo percorso, che avrà come unica bussola di riferimento l’accrescimento qualitativo dell’esperienza formativa vissuta da ogni studente. Un obiettivo che siamo certi – concludono – di poter raggiungere grazie alla costante interazione con il Magnifico Rettore, Prof. Cuzzocrea, e con l’assessore alla Formazione Professionale, Roberto Lagalla”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione