Natale, il messaggio dell’arcivescovo con la preghiera a Maria di Papa Francesco

24 Dicembre 2019 Cronaca di Messina Culture

Si chiude con la preghiera a Maria di Papa Francesco il lungo messaggio dell’arcivescovo di Messina, monsignor Giovanni Accolla alla città in occasione degli auguri di Natale, al terzo anno del ministero episcopale.

Un pensiero dell’arcivescovo all’incontro con la stampa, con una delegazione del direttivo dell’Ucsi Messina, è stato rivolto alla Settimana liturgica nazionale che si è svotla ad agosto e al bisogno delle menti e i cuori di ritornare al valore della chiamata e dell’ascolto.

“La stessa natura e l’ambiente paesaggistico ci vengono incontro – ha scritto l’arcivescovo – dando uno sguardo al Santuario di Dinnammare, dal Santuario della Madonna di Montalto, dal Sacrario di Cristo Re o dal sagrato della Parrocchia di Montepiselli, il paesaggio splendido è quello dello Stretto, ove spicca con particolare intensità la zona falcata, un ritaglio di terra che dice accoglienza e che si completa con lo sguardo di Maria sulla città”.

Monsignor Accolla ha pensato in particolare ai giovani e alle grandi difficoltà di questi tempi come la disoccupazione. Poi il riferimento ai tanti presepi che saranno allestiti nelle case e a quelli viventi in tanti comuni. “Come sarebbe bello se i figuranti assumessero in prima persona, con la loro vita, l’idenittà dei personaggi che rappresentano. Non più figuranti, quindi, ma testimoni della presenza del Figlio di Dio, che ha voluto assumere la nostra natura umana per ridonare a noi tutti la dignità di figli di Dio”.

Del presepe parla anche Papa Francesco nella sua lettera Apostolica. E da papa Francesco anche la preghiera a Maria, “donna dell’ascolto”, “donna della decisione”, “donna dell’azione”, “fa che le nostre mani e i nostri piedi si muovano in fretta verso gli altri, per portare la carità e l’amore del tuo Figlio Gesù, per portare, come te, nel mondo la luce del Vangelo”.