Nuovo prelievo di organi al Policlinico di Messina

10 Gennaio 2020 Cronaca di Messina

A pochi giorni di distanza dal primo prelievo di organi del 2020, al Policlinico Universitario “G. Martino” di Messina si è ripetuto il gesto grandioso della donazione.Un paziente di 46 anni di Mistretta ricoverato presso il Reparto di Rianimazione dove era giunto nei giorni scorsi per una emorragia cerebrale devastante, nonostante il delicatissimo intervento neurochirurgico cui era stato sottoposto, è stato strappato all’affetto dei suoi familiari che, davanti all’inesorabilità della morte cerebrale non hanno esitato ad acconsentire al prelievo degli organi.
Così, nella notte tra mercoledì e giovedì scorsi, un’equipe dell’ISMETT ha raggiunto il gruppo operatorio della Chirurgia Generale dell’Azienda Ospedaliera-Universitaria e, supportata dal personale sanitario, ha proceduto al prelievo del fegato che è stato trapiantato con successo su una giovane paziente di 38 anni e dei due reni che sono stati donati ad un paziente dell’ISMETT di Palermo e ad uno dell’Ospedale Niguarda di Milano.

“Sento l’obbligo – evidenzia il dott. Antonino Levita, direttore sanitario dell’A.O.U. – di ringraziare chi ha fatto questo gesto di grande altruismo. Allo stesso tempo, un doveroso riconoscimento va al personale dell’Azienda. Le procedure di prelievo, infatti, prevedono una complessa catena d’intervento, che coinvolge una molteplicità di reparti e professionalità. In questa, come nelle altre occasioni, la disponibilità del personale è stata eccezionale e anche grazie a loro le donazioni permettono poi concretamente di salvare altre vite umane.

Un grande apporto viene poi dalle associazioni di volontariato e, in particolare, da ‘Donare e Vita’, con cui abbiamo stipulato un apposito protocollo”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione