#IL VIDEO DELL’ARRIVO – Open Arms attracca a Messina, a bordo 122 migranti: andranno al centro di Bisconte

15 Gennaio 2020 Cronaca di Messina

 

Foto e video di Enrico Di Giacomo

E’ attraccata poco dopo le 16.30, al porto di Messina, la nave umanitaria «Open Arms» con a bordo 122 migranti. E’ arrivata al molo Norimberga dove è stata allestita la macchina dell’accoglienza con medici dell’Asp, volontari, Croce rossa e forze dell’ordine per ricevere bambini, donne e uomini salvati in mare nei giorni scorsi.

I migranti sono provati e spossati: da giorni sono in navigazione dopo essere stati salvati dalla nave della ong spagnola nel Mediterraneo, al largo della Libia. Ieri il via libera del Viminale.

Programmato il trasferimento nel centro di prima accoglienza dell’ex caserma Gasparo a Bisconte per l’identificazione in attesa di un’altra destinazione.

Ci sono due donne in gravidanza e tre famiglie con bambini, ci sono anche neonati di due-tre mesi e bambini di pochi anni tra i 122 migranti giunti questo pomeriggio al molo Norimberga del porto di Messina. Sono stati salvati nel corso di due diversi interventi. E’ quasi buio e fa molto freddo quando cominciano le operazioni di sbarco e si mette in moto la macchina dell’accoglienza allestita fin dal primo pomeriggio e coordinata dalla prefettura di Messina. I migranti sono infreddoliti, alcuni scalzi, senza giacca, solo una coperta per ripararsi dal freddo, alcuni baciano il suolo appena toccano la terra ferma ad attenderli i pullman per trasferirli al centro di accoglienza. «Come sempre sono fuggiti per diverse ragioni, la fame, guerra, per tentare di trovare una vita migliore». A dirlo Anabel Montes capo missione di Open Arms. «Sono diverse storie ma tutte hanno un punto comune, la violenza brutale in Libia».

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione