Policlinico: Altre vite salvate grazie al quarto trapianto di organi del 2020

23 Gennaio 2020 Cronaca di Messina

Un nuovo gesto d’amore, altre vite salvate grazie alla quarta donazione dell’anno, all’A.O.U. Policlinico “G. Martino” di Messina.
I familiari di una paziente originaria della provincia di Trapani, deceduta a causa di un’emorragia cerebrale da rottura di aneurisma, hanno acconsentito al prelievo. Tra i congiunti anche un giovane medico che, interpellato dai colleghi del Policlinico, ha espresso la non opposizione, dimostrando grande sensibilità e generosità.
Immediatamente si è così messa in moto una procedura ormai rodata, sotto le direttive del Coordinamento Donazione e Trapianto d’ Organi e Tessuti, che ha coinvolto diversi reparti e professionalità.
Parallelamente, l’Azienda ha messo a disposizione dei familiari anche un servizio di supporto psicologico, affinché venissero assistiti nei momenti più delicati.
Il cuore è stato prelevato dai chirurghi dell’ISMETT ed è stato già trapiantato a una ragazza a Palermo; i reni sono stati destinati a Palermo e Catania, il fegato a Roma e le cornee alla Banca degli Occhi.
Si tratta – come detto – del quarto prelievo del 2020, un numero in forte crescita rispetto all’anno precedente. Così come, ovviamente, non può che essere in crescita l’elenco delle persone che vivono grazie a questi gesti di enorme altruismo e solidarietà.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione