Messina: danneggia auto di colleghi e vicini di casa. Arrestato dalla polizia

31 Gennaio 2020 Cronaca di Messina

I poliziotti delle Volanti hanno denunciato ieri all’Autorità Giudiziaria un cittadino messinese di 44 anni per i reati di danneggiamento aggravato e porto d’arma o oggetto atto ad offendere.

Il quarantaquattrenne sarebbe l’autore di una serie di danneggiamenti ai danni di autovetture parcheggiate sulla pubblica via in un periodo che va dal novembre scorso a un paio di giorni fa, quando lo stesso avrebbe graffiato in più parti la carrozzeria di uno dei veicoli presi di mira, ne avrebbe forato i quattro pneumatici, rotto lo specchietto laterale e spezzato un tergicristallo.

Ad incastrarlo le immagini dei sistemi di videosorveglianza presenti in zona analizzati dai poliziotti delle Volanti a cui era pervenuta la denuncia del proprietario dell’auto.

Sono emersi quindi, uno dopo l’altro, gli episodi precedenti durante i quali il modus agendi si ripeteva più o meno inalterato.

Il responsabile, interrogato sui fatti emersi, ha ammesso le proprie responsabilità. Le motivazioni addotte sono riconducibili a screzi di vicinato o incomprensioni sul posto di lavoro.

Trovato altresì in possesso di un coltello con lama di 7 cm che teneva nelle tasche dei pantaloni, il quarantaquattrenne è stato denunciato anche per possesso di arma o oggetto atto ad offendere.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione