Morte Saccà a Letojanni, a processo sindaco e tecnico

31 Gennaio 2020 Inchieste/Giudiziaria

Sarà il vaglio processuale a stabilire se ci sono responsabilità per la morte di Roberto Saccà, il commerciante annegato durante l’alluvione che il 25 novembre 2016 flagellò Letojanni.

L’udienza preliminare si è chiusa con il rinvio a giudizio degli unici due imputati, il primo cittadino del comune jonico Alessandro Costa e il tecnico comunale Carmelo Campailla, assistiti dagli avvocati Fabio Di Cara e Salvatore Gentile. Il giudice ha quindi accolto la richiesta del Pm Anna Maria Arena, che ha coordinato gli accertamenti sin dall’inizio.

Il municipio sarà invece responsabile civile, come chiesto dall’avvocato Orazio Carbone, legale della famiglia Saccà.

Sarà dei giudici del tribunale collegiale, quindi, il compito di vagliare le accuse di omissione di atti d’ufficio e morte come conseguenza di altro reato, a partire dal prossimo 20 maggio, data fissata per la prima udienza.