Sanremo 2020, vince Diodato: «Dedico il premio a Taranto, una città dove bisogna far rumore»

9 Febbraio 2020 Culture

Foto di Enrico Di Giacomo 

Diodato ha vinto Sanremo 2020, la settantesima edizione del festival della canzone italiana. Un trionfo in un certo senso inaspettato rispetto ai pronostici della vigilia, ma che ha preso forma e consistenza nel corso della settimana. Le prime parole dell’artista tarantino arrivano in conferenza stampa, a pochi minuti dalla proclamazione della sua vittoria: “Sin dal primo giorno mi sono sentito accolto con un calore che non mi aspettavo e ricevere tutti questi premi è una cosa inaspettata che mi riempie di gioia e mi rende felice per tutte le persone che hanno lavorato con me in questi anni, sin dagli inizi, e che hanno fatto con me un passetto alla volta”.

Diodato condivide la vittoria con i suoi affetti e la sua casa discografica, che lo ha sostenuto e gli è stato vicino: “Dedico il successo alla mia famiglia che ha fatto tanto rumore nella mia vita e anche in questi giorni. Li ho sentiti molto poco perché mi ha scioccato il rispetto che hanno avuto della situazione in cui ero e non vedo l’ora di telefonargli, non li ho ancora sentiti”. 

La dedica a Taranto

Diodato non riesce a trattenere la commozione e aggiunge una dedica alla sua città natale, Taranto, spesso al centro delle cronache soprattutto per la questione Ilva: “Dedico alla mia città che è una città in cui bisogna fare rumore. Per tutti coloro che lottano ogni giorno per una situazione insostenibile”. 

I premi vinti da Diodato

Con “Fai rumore” Diodato non ha vinto solo il Festival di Sanremo, ma si è aggiudicato anche altri due premi, facendo un vero e proprio en plein. Si è infatti aggiudicato il premio della critica Mia Martini e quello assegnato dalla sala stampa Lucio Dalla. Per lui si è trattato della terza partecipazione al Festival di Sanremo, la prima tra le Nuove Proposte con “Babilonia”, la seconda con “Adesso”, nel 2018, in coppia con Roy Paci.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione