Cgil in lutto, è morto il segretario Fillea Enzo Cocivera

17 Febbraio 2020 Culture

Cgil sconvolta come Montalbano Elicona il comune dove risiedeva. E’ morto nella notte, per un malore improvviso, Enzo Cocivera, 59 anni, il segretario della Fillea, la federazione degli Edili. Sui social i colleghi stanno inondando le bacheche con dolcissimi messaggi di cordoglio. Cocivera, una lunga militanza alla Camera del Lavoro, aveva ricoperto gli incarichi di segretario confederale e responsabile organizzativo durante il mandato curato da Lillo Oceano, segretario della Flai e attualmente ricopriva l’incarico di presidente del comitato Inps di Messina. Lascia la moglie Beatrice e i due figli Gabriella e Claudio.

Pochi giorni fa Cocivera aveva scritto su Fb delle parole bellissime alla famiglia: “Poche cose condivido, ma stasera voglio ricordare i 34 anni vissuti con Beatrice, mia moglie. Ancora giovincelli abbiamo deciso di condividere la nostra vita. Era il 12 febbraio del 1986. Lo avevamo già pensato da tempo, lo abbiamo deciso in questa data e realizzato nelle prime ore del giorno successivo. Una bella vita con tante soddisfazioni, tra le quali Gabriella e Claudio… cosa vuoi di più dalla vita?” I funerali si svolgeranno lunedì prossimo alle 10 alla Chiesa Maria Santissima della Provvidenza a Montalbano Elicona.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione