STRETTA DI SINDACO E PREFETTO CONTRO LA BABY GANG DI PIAZZA ANTONELLO

17 Febbraio 2020 Politica

Arrivano finalmente i primi provvedimenti contro la baby gang che sabato scorso ha aggredito un 14enne. Lo assicura il sindaco Cateno De Luca che ha annunciato presidi fissi di polizia per contrastare il ripetersi di episodi di violenza nel fine settimana.

“Cari bulletti siamo sulle vostre tracce – scrive De Luca nel suo profilo facebook –  Avevamo già registrato l’emergenza sociale dei fenomeni di aggressione da parte di una banda di giovanissimi ai danni dei ragazzi che frequentano il centro storico e le zone adiacenti. I gravissimi fatti che si sono verificati sabato scorso hanno confermato che non si tratta più di un fenomeno isolato ma di un evento ricorrente sul quale incideremo con la dovuta severità ed urgenza”.

L’assessore Dafne Musolino ha già attivato con il nucleo di Polizia giudiziaria della Polizia Municipale, coordinato dall’Ispettore Capo Giuseppe Parialó, ogni attività necessaria alla individuazione dei responsabili. “L’indagine è già partita – assicura il sindaco – e a tal fine possiamo anche anticipare che disponiamo di immagini e di elementi per i quali non tarderemo a raggiungere l’obiettivo. Ma sia chiaro per tutti che per i prossimi giorni i servizi di polizia di prossimità e di sicurezza urbana saranno rafforzati perché non consentiamo a nessuno di fare credere che Messina sia terreno fertile per atti di vile bullismo e di spregevole violenza”.

Intanto  è convocato in Prefettura, per mercoledì 19 febbraio, una riunione del Comitato per l’Ordine e la sicurezza finalizzata a individuare gli interventi più adatti a prevenire e contrastare i gravi episodi di violenza che si sono verificati nel fine settimana cen centro storico.

Il prefetto Maria Carmela Librizzi, ha chiamato al tavolo istituzionale non solo l’amministrazione comunale e i vertici delle Forze dell’Ordine ma anche i rappresentanti degli operatori economici cittadini e il Garante per l’Infanzia, Fabio Costantino.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione