Movida violenta a Messina, Amata (FdI): “L’esercito per controllare il territorio”

18 Febbraio 2020 Politica

«Le baby gang rappresentano uno dei fattori di rischio nel nostro territorio. È essenziale procedere ad una pianificazione di controllo e monitoraggio delle zone sensibili e maggiormente frequentate della città», così il capogruppo all’Ars di Fratelli d’Italia, Elvira Amata.

«Per supportare l’azione delle forze dell’ordine, potrebbe essere impiegato l’esercito Italiano, la cui operatività sul territorio è già prevista dall’Operazione Strade Sicure introdotta con la legge 125 del 24 luglio 2008 e che, negli anni, ha fornito risultati oltremodo soddisfacenti», continua.

«Bene ha fatto il consigliere Debora Buda a sollevare la questione a seguito di quanto occorso nei giorni scorsi ai danni di un minore aggredito nei pressi della galleria Vittorio Emanuele. Non un caso isolato ma uno dei casi di violenza che in questi anni si sono verificati a Messina».

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione