NAVE “SEA WATCH 3”: DISPOSIZIONI DELLA CAPITANERIA DI PORTO DI MESSINA

27 Febbraio 2020 Cronaca di Messina

A completamento delle operazioni di sbarco dei migranti a bordo della nave “Sea Watch 3” che sono stati condotti al Centro di Accoglienza Straordinaria all’ex caserma Gasparro a Bisconte, la Capitaneria di Porto Autorità Marittima dello Stretto di Messina ha reso noto che, sino a mercoledì 11 marzo, la nave è stata sottoposta ad un provvedimento di messa in quarantena emesso dall’autorità sanitaria competente riguardante l’equipaggio ed il personale presente a bordo. Pertanto con ordinanza il Comandante della Capitaneria di Porto Gianfranco Rebuffat ha disposto nello specchio acqueo della Rada di Messina, compreso nel raggio di 200 metri dalla M/V Sea Watch 3, l’interdizione alla navigazione di qualsiasi unità navale, allo svolgimento di ogni altra attività nonché l’accesso di persone e mezzi. Nel caso di ormeggio in banchina nel Porto la suddetta area di interdizione sarà ricompresa nel raggio di 20 metri dall’Unità navale. Ai divieti non sono soggetti le persone e i mezzi preventivamente autorizzati dalle Autorità competenti.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione