Operazione Dinastia. Il ministro Lamorgese: nuovo duro colpo inferto alle organizzazioni criminali

28 Febbraio 2020 Cronaca di Messina

“Un nuovo duro colpo è stato inferto alle organizzazioni criminali: l’apprezzamento va alla Direzione distrettuale antimafia di Messina ed ai Carabinieri del Comando provinciale della città siciliana e del ROS che, con l’operazione della scorsa notte, hanno arrestato decine di appartenenti ad una cosca mafiosa di Barcellona Pozzo di Gozzo, che, negli ultimi anni, ha operato nel traffico e nella distribuzione di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti”, ha dichiarato il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese.

“L’eccellente attività investigativa ha anche consentito di fare luce sulle numerose estorsioni attuate da anni nei riguardi di esercenti ed imprese. Un segnale forte di presenza dello Stato – ha aggiunto la titolare del Viminale – tenuto conto che simili vessazioni hanno un costo economico-sociale altissimo, in quanto non rappresentano soltanto un mezzo per ottenere profitti illeciti ma anche per assicurarsi il controllo del territorio”.

“Il succedersi di operazioni antimafia dimostra l’incisività dell’azione della magistratura e delle forze dell’ordine sull’intero territorio nazionale: la lotta alla criminalità organizzata costituisce una priorità e tutte le istituzioni sono impegnate con determinazione per garantire la legalità e la sicurezza dei cittadini” ha concluso il ministro Lamorgese.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione