Coronavirus, il segretario di Ugl Messina: “De Luca si ricordi essere anche sindaco di una Città Metropolitana”

20 Marzo 2020 Politica
“Finalmente l’argomento Coronavirus sta avendo l’attenzione che
merita anche all’interno delle istituzioni e delle strutture sanitarie.
Mi dispiace solo che affinché l’assessore regionale alla Salute, Ruggero
Razza, disponesse l’esame del tampone a tutti gli operatori sanitari si
sono prima dovuti registrare diversi casi all’interno dei presidi medici
siciliani e messinesi. Ma meglio tardi che mai”. Così il segretario
generale dell’Ugl Messina, Tonino Sciotto, interviene sull’emergenza
Coronavirus che, giorno dopo giorno, si sta dilatando anche sull’Isola,
con casi sempre più frequenti anche nella città Metropolitana di
Messina.
“Condividiamo l’azione del sindaco Cateno De Luca che, mostrando i
muscoli, ha realmente dimostrato di aver preso a cuore la situazione
della città, anche se non gli si possono togliere peccati come quello di
aver perso giorni preziosi dietro ad un’ordinanza, la prima che ha
emanato, che sarebbe stata dichiarata inefficace se non modificata
dietro indicazioni del prefetto Maria Carmela Librizi”, continua
Sciotto.
“Forse il primo cittadino pecca di eccessiva esuberanza nei suoi
provvedimenti o nelle sue dirette Facebook, ma le ordinanze firmate e
atte a tutelare i lavoratori si sono rese necessarie, e noi del
sindacato Ugl le approviamo appieno, come quella che riduce l’orario di
lavoro dei negozi o dei cantieri, permettendo a questi ultimi di
interrompere anche l’attività o di sospendere il termine di consegna –
sottolinea Sciotto – Certo, non approviamo la riduzione di orario anche
per le attività di generi alimentari, disposizione che il presidente
Musumeci, nella sua ordinanza emanata ieri sera, impedisce ai sindaci di
adottare: bisogna già fare lunghe file con la chiusura alle 19,
riducendo l’orario di apertura non si fa che creare più caos”.
“Altro invito che vogliamo fare al primo cittadino Cateno De Luca –
prosegue il segretario di Ugl Messina – è quello di ricordarsi che non è
solo sindaco del Comune di Messina, ma anche di una città metropolitana.
Per questo chiediamo di attenzionare anche tutto quello che succede a
livello provinciale”.
“Dobbiamo uscire quanto prima da questo ‘impasse’ e per farlo abbiamo
bisogno che le Istituzioni collaborino tra loro e che lo facciano anche
i cittadini e i lavoratori. Abbiamo tutti una responsabilità e siamo
coscienti che le nostre azioni incidono sulla salute degli altri.
Proprio per questo è essenziale rispettare le regole in questo momento
in cui la storia sta mettendo a dura prova il mondo intero”, conclude il
segretario Tonino Sciotto, ricordando che l’Ugl è sempre vicina ai
lavoratori e che pertanto vede come un buon avviso la manovra da 25
miliardi stanziata dal Governo per aiutare le aziende: “Questo, però,
deve essere solo l’inizio perché adesso bisogna procedere con un’analisi
per quantificare il fabbisogno di lavoratori e società”.