Andrea Argento: Si riprendano immediatamente i lavori in Consiglio in videoconferenza

25 Marzo 2020 Politica
«L’attività dell’Aula consiliare non può fermarsi per nessuna ragione. Siamo tutti chiamati a dare il buon esempio ai cittadini e a lavorare per il bene dei messinesi anche nel corso dell’emergenza». Così il capogruppo del M5s Andrea Argento, che chiede nuovamente la ripresa dei lavori in consiglio comunale sfruttando le potenzialità del digitale. «Già qualche giorno fa – spiega – il collega Paolo Mangano aveva presentato una richiesta analoga, ma il suo appello è caduto nel vuoto. Proprio oggi ho inviato una Pec al presidente del civico consesso Claudio Cardile per sollecitare la ripresa dei lavori tramite videoconferenza, nel rispetto della normativa vigente in materia così come stanno facendo in tantissimi Comuni italiani e mi aspetto una risposta immediata. Non possiamo tollerare che si perda ulteriore tempo e ci batteremo per esercitare il nostro diritto e dovere di lavorare per la collettività».
«Il nostro ruolo – prosegue – impone grandi responsabilità ed è inammissibile che l’attività del consiglio resti ferma quando è possibile lavorare a distanza, come stanno facendo in numerosi altri comuni. In un periodo come quello che stiamo vivendo, al contrario, dovremmo lavorare il doppio per cercare di mitigare le conseguenza economiche della pandemia, mettendo in atto tutte le misure necessarie per aiutare i cittadini, a partire dalla riduzione e dall’esenzione dei tributi comunali che gravano maggiormente sulle tasche dei contribuenti», conclude, citando le urgenze già elencate da Mangano, fra le quali specifici sostegni alle attività lavorative sospese, la sospensione del canone di locazione degli alloggi popolari e appositi contributi per la sanificazione dei locali.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione