Emergenza alimentare, M5S: “Dal governo oltre 5 mln per i comuni della provincia di Messina”

30 Marzo 2020 Politica
“Sono più di 5 milioni di euro i soldi che arriveranno ai Comuni della provincia di Messina per finanziare buoni spesa e garantire la spesa a chi è più in difficoltà”.​
Così i portavoce messinesi del MoVimento 5 Stelle, Francesco D’Uva, Alessio Villarosa, Barbara Floridia, Grazia D’Angelo, Antonella Papiro, Antonio De Luca e Valentina Zafarana.
“I soldi in arrivo nelle casse comunali fanno parte dei 400 milioni di euro che il Governo ha stanziato per far fronte all’emergenza alimentare e garantire la spesa a chi è più in difficoltà. Il denaro dovrà essere utilizzato dai Comuni che, in accordo con i Servizi Sociali, individueranno le persone più bisognose e in condizioni di indigenza. Siamo sicuri di poter contare anche sulle nostre organizzazioni di volontariato, che fanno un lavoro importantissimo”, continuano i parlamentari.​
“Ogni Comune della provincia di Messina – spiegano – riceverà una quota da utilizzare per buoni pasto o generi alimentari che verranno erogati a persone in difficoltà economica tenendo conto delle indicazioni raccolte e fornite dai servizi sociali. Ad un Comune come Barcellona, ad esempio, arriveranno più di 350 mila euro; a Milazzo più di 220 mila euro; a Taormina più di 70 mila euro; a Giardini quasi 80 mila euro; a Capo d’Orlando più di 100 mila euro; a Venetico quasi 35 mila euro. Il Governo sta dando il massimo ed è fondamentale che gli Enti locali collaborino perché solo così si possono raggiungere risultati concreti per i cittadini”.
“Siamo al lavoro per mettere in campo anche il reddito di emergenza. Oggi è chiaro a tutti che il Reddito di Cittadinanza è stato lo strumento giusto per sostenere i più fragili. La politica, da più parti, ne riconosce l’importanza”, concludono i portavoce M5S.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione