Riapertura Pronto soccorso al Piemonte, l’Ugl di Messina: “Non possiamo dimenticare le altre emergenze sanitarie”

31 Marzo 2020 Cronaca di Messina

“Voglio fare un plauso a tutta la direzione dell’IRCCS ‘Bonino
Pulejo’ di Messina per aver scelto di riaprire il Pronto Soccorso con un
percorso ‘no-covid’ per assistere alle emergenze che, Coronavirus o
meno, possono presentarsi tutti i giorni”. Così il segretario
provinciale dell’Ugl Messina, Tonino Sciotto, esprime la sua
soddisfazione, complimentandosi con il Direttore Generale Vincenzo
Barone e con il Direttore Scientifico Dino Bramanti.
“L’Ugl aveva con una precedente nota stampa evidenziato i rischi, in
mancanza delle adeguate garanzie strutturali, professionali e
tecnologiche, per il personale e per i pazienti, che stavano dietro alla
scelta di riconvertire il Piemonte in Covid Hospital senza le adeguate
garanzie”, continua, infatti, Sciotto.
“In un momento in cui si è tutti concentrati a fronteggiare il nemico
Coronavirus, non possiamo dimenticare le decine di altre emergenze
sanitarie che necessitano quotidianamente di interventi altrettanto
tempestivi, competenti e sicuri per l’intera comunità cittadina: in
questo momento di bisogno l’Ospedale Piemonte non può abdicare al suo
storico ruolo”, sottolinea.
“Da quanto riportato dalla nota dell’IRCCS, è messo a disposizione uno
spazio dedicato per i pazienti positivi al Covid-19 dell’IRCCS che erano
stati trasferiti al Policlinico di Messina”, aggiunge, concludendo, il
segretario Sciotto, invitando anche i vertici dell’Istituto a proseguire
su questa direzione.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione