Cura Italia, D’Uva: “A Messina circa 350 mila euro per gli Istituti Scolastici” ​

4 Aprile 2020 Politica

“Le misure del Governo per affrontare l’emergenza Covid-19 passano anche dalla scuola e dal potenziamento dell’insegnamento a distanza. Sono quasi 9 milioni di euro i soldi stanziati in Sicilia e, tra questi, circa 350 mila euro quelli a sostegno di trentaquattro istituti del Comune di Messina”.

Così in una nota stampa il deputato questore Francesco D’Uva, PortaVoce messinese del Movimento 5 Stelle.

“Siamo assolutamente consapevoli del momento di difficoltà cui sta andando incontro il mondo dell’insegnamento e, proprio per questo, nel decreto Cura Italia sono state previste delle risorse ad hoc. Il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha ieri firmato il decreto e ripartito tra le Regioni gli oltre 85 milioni stanziati su tutto il territorio italiano. Si tratta di soldi che serviranno agli istituti scolastici per implementare piattaforme, strumenti digitali, connettività e dispositivi in rete. Grazie allo stanziamento di questi fondi, 34 istituti messinesi potranno dotarsi di strumenti per l’apprendimento a distanza, potenziare quelli già in uso, mettere a disposizione dispositivi in comodato d’uso gratuito, come tablet e pc, per gli studenti meno abbienti e incentivare la formazione del personale didattico sulle tecniche di didattica a distanza”. ​

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione