Kostas Arvanitis (Syriza) su esclusione Sassoli: La non-democrazia nei tempi del coronavirus

7 Aprile 2020 Politica

Riceviamo e pubblichiamo le dichiarazione dell’europarlamentare di SYRIZA – Alleanza Progressista – GUE / NGL, Kostas Arvanitis, sull’esclusione antidemocratica del presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, dalla discussione sulla gestione della pandemia:

‘Sono trascorse meno di ventiquattro ore da quando abbiamo scritto che il Parlamento europeo deve essere presente a tutte le discussioni importanti, a tutte le decisioni che riguardano il ​​futuro dei cittadini europei, siano esse teleconferenze informali o riunioni ufficiali.  Abbiamo sottolineato che, tra tutti gli organismi dell’Unione, il Parlamento europeo è l’unico composto da rappresentanti eletti dai popoli d’Europa.

Eppure ieri – continua Arvanitis – la cancelliera tedesca Angela Merkel e il primo ministro olandese Mark Rutte hanno escluso il presidente del Parlamento europeo David Sassoli da una delle teleconferenze più importanti dell’attuale crisi, in vista dell’odierno Eurogruppo che oggi discuterà la questione.

L’asse Germania-Paesi Bassi, rafforzato dal sostegno dell’Austria, della Finlandia e dai paesi di Visegrad, sta segretamente preparando la sua agenda, mettendo da parte l’unico e solo difensore del dettato democratico della UE.

Se fosse stata una fake news – conclude – sarebbe stato meglio.  Sfortunatamente, questa è la nuova realtà.  Se la consentiamo. Protesteremo immediatamente e in tutti i modi. Contribuiremo a svelare questa scandalosa distorsione, con ogni mezzo.

L’Europa ha il diritto di sapere chi la sta smontando, sistematicamente, segretamente e dall’interno’.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione