Le librerie di Messina si mobilitano per restare vicine ai lettori. Ecco come funziona la consegna dei libri a domicilio.

7 Aprile 2020 Culture

La cultura non si ferma. Come scrive Francis de Croisset “la lettura è il viaggio di chi non può prendere un treno” e, in questo momento in cui è impossibile farlo, a spostarsi per i lettori ci pensano le Librerie di Messina.

Anche La Feltrinelli Point e La Gilda dei Narratori si rendono disponibili per i loro clienti, facendo arrivare a casa i libri di cui hanno bisogno, migliori alleati in questo periodo.

La Feltrinelli

La Feltrinelli non vuole perdere di vista i suoi clienti, per questo in 24/48 consegna loro i libri desiderati, fornendo un catalogo pieno di novità dell’ultimo momento. Per ordinare i libri a domicilio basta scrivere all’email Messina@feltrinellifranchising.it; contattare il numero +39 3409477867, anche tramite chat WhatsApp, o scrivere sui social Instagram e Facebook. La spedizione è gratuita per ordini superiori a 40€, altrimenti ha il costo di 4€.

Il libro è sogno

Basta scegliere, chiedere e aspettare che, in brevissimo, arrivi. “Ci interessa stare vicini alle persone tramite la condivisione del comune amore per i libri. Un confronto e un supporto anche dal punto di vista psicologico in un momento complicato. Per questo organizziamo percorsi di lettura, ascoltiamo i clienti e li indirizziamo verso ciò che più risponde alle loro esigenze. Il libro non è solo un insieme di fogli di carta, ma è sogno, desiderio, la possibilità di immaginare altri mondi; qualcosa che solo il contatto diretto con il libraio e la sua professionalità, che noi portiamo avanti da anni, può dare” afferma Salvo Trimarchi.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione