Necrologio Mussolini, l’intero consiglio comunale si dissocia da Sorbello

2 Maggio 2020 Politica

Dopo il 'richiamo ufficiale' da parte del vicepresidente del consiglio comunale Nino Interdonato di due giorni fa, per Salvatore Sorbello arriva anche la presa di posizione dei capigruppo, che si dissociano da quanto scritto dal consigliere di OraSicilia sulla sua pagina facebook (sospesa per tre giorni per violazione della policy del social network) qualche giorno fa, con la pubblicazione del necrologio di Benito Mussolini nell’anniversario della sua morte.

"Premesso che in data 28 Aprile 2020 il consigliere comunale Salvatore Sorbello sulla sua pagina Facebook ha pubblicato il necrologio per l’anniversario della morte di Benito Mussolini, ispiratore e leader della dittatura fascista che imperò in Italia tra il 1922 ed il 1943, trascinando il nostro Paese nella seconda guerra mondiale;

Considerato che tale iniziativa del consigliere comunale Sorbello ha suscitato interesse e scalpore nella stampa nazionale e locale, tanto che la notizia è rimbalzata dall’ “Ansa” all’ “Espresso”, dalla “Gazzetta del Sud” alla “Sicilia” e che la stessa pagina Facebook del consigliere è stata sospesa per qualche giorno; 

Che, data la carica istituzionale rivestita dal consigliere Sorbello, tale vicenda potrebbe avere riflessi d’immagine sull’intero  Consiglio Comunale e sulla città di Messina;  

Ritenuti sacrosanti e inviolabili i diritti di espressione e di opinione dell’individuo, tutelati dalla nostra Carta Costituzionale, ma altrettanto sacrosanto il diritto di non condividere l’azione posta in essere dal citato consigliere comunale e di dissociarsene pubblicamente; 

Sentiti gli interventi dei capigruppo consiliari nella seduta del 30 Aprile 2020;

La conferenza dei capigruppo  - concludono - con il presente documento dichiara di prendere le distanze dall’iniziativa del consigliere comunale Salvatore Sorbello e dalle sue affermazioni non condividendole in modo assoluto". 

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione