“Meridionali inferiori”, due avvocati di Messina querelano Vittorio Feltri

5 Maggio 2020 Cronaca di Messina

Parte da Messina l'iniziativa, che si spera non rimanga l'unica, di intentare una causa con l'accusa di “Propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale, etnica e religiosa” nei confronti del giornalista Vittorio Feltri per le sue dichiarazioni infamanti sui meridionali:

"Insieme al collega Dario Restuccia, entrambi del Foro di Messina - annuncia l'avvocato Vincenzo Ciraolo - abbiamo ritenuto doveroso assumere iniziative nei confronti del giornalista Vittorio Feltri per le espressioni ingiuriose, infamanti e ingiustificate nei confronti dei meridionali, a tutela della nostra dignità, delle nostre famiglie e di tutta la gente del Sud. In data odierna abbiamo sporto querela presso la Procura di Messina (con il patrocinio dell'avvocato Marcello Blanca di Messina) e presentato esposto all'Odine dei Giornalisti di appartenenza. Ci teniamo a precisare che in caso di rinvio a giudizio, provvederemo a costituirci parte civile per ottenere il giusto risarcimento dei danni, il cui corrispettivo sarà devoluto ad un Ente benefico della Lombardia, ciò a testimonianza del fatto che riteniamo che i lombardi e dal gente del Nord non siano tutti uguali".

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione