Da venerdì riaprono le ville comunali

6 Maggio 2020 Cronaca di Messina

Sono state definite nella notte le due ordinanze che regolano gli accessi, autorizzati da venerdì 8 maggio, nei cimiteri urbani

[embed]http://www.stampalibera.it/2020/05/06/cimiteri-da-venerdi-si-entra-ma-in-ordine-alfabetico/[/embed]

e nelle ville comunali di Messina.

Venerdì si inizierà con la riapertura dei cancelli di Villa Quasimodo (Royal), Villa Dante, Villa Sabin e Villetta Castronovo. Si procederà poi con le altre villette posizionate nelle estremità della città, come Torre Faro, Pistunina e altre di piccole dimensioni sparse sul territorio messinese che, pur non essendo delle vere e proprie ville, rappresentano piccole oasi per i cittadini.  Gli orari d'apertura previsti sono 9-13 e 16-20.

A Villa Dante saranno aperti solo gli accessi di via Lucania a Nord e via San Cosimo a Sud. I custodi si occuperanno di contingentare gli ingressi. L'accesso sarà consentito solo per passeggiare, sostare brevemente all'aria aperta o svolgere attività sportive, individualmente o con accompagnatore nel caso di minori o persone non autosufficienti. Il limite massimo di permanenza sarà di due ore. Consentito l'accesso con cani condotti al guinzaglio.

Sia per i cimiteri che per le ville, la Messinaservizi si occuperà di svuotare i cestini e sanificare gli ambienti. Mentre polizia municipale e polizia metropolitana eseguiranno i controlli: per le violazioni delle ordinanze, sono previste sanzioni amministrative dai 400 ai 3000 euro.

 

Clicca qui

Ordinanza_riapertura_cimiteri_comunali Ordinanza_riapertura_ville_comunali

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione