TRIBUNALE DI MESSINA: Dal 12 maggio obbligatorio l’uso di mascherine all’interno del Palazzo di Giustizia

6 Maggio 2020 Cronaca di Messina

Il Tribunale di Messina si adegua alle disposizioni del DPCM di ultima pubblicazione, quello del 4 maggio, e dispone con decreto n.21 del 4 maggio che dal 12 maggio prossimo l’uso di mascherine e dpi sia obbligatorio all’interno dei locali del Palazzo di Giustizia.

In particolare dispone che il personale di magistratura e di cancelleria degli Uffici del Tribunale nonché degli Uffici del giudice di pace di Messina e di Rometta sia munito di mascherina di protezione o di altro analogo strumento di protezione individuale atto a coprire stabilmente la bocca ed il naso;
dispone che avvocati ed utenti che debbano accedere negli Uffici del Tribunale siti in edifici diversi dal Palazzo di Giustizia “storico”, come la sezione lavoro e gli altri uffici decentrati, ovvero negli Uffici del giudice di pace di Messina e di Rometta abbiano analoga protezione, con l’avvertenza che, in mancanza di detto dispositivo, atteso il rischio di impossibilità di garantire il distanziamento sociale, non sarà consentito l’accesso agli Uffici; onera il Dirigente amministrativo del Tribunale ed i dirigenti delle cancellerie del Giudice di pace di Messina e di Rometta di comunicare il presente decreto al personale dei rispettivi Uffici per quanto di competenza e di vigilare sull’adempimento della prescrizione, eventualmente riferendo a questo presidente, nonché di verificare la distribuzione dei presìdi di protezione individuale in possesso dell’Ufficio.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione