#FOTO E VIDEO: CODE ALL’INGRESSO DEL GRAN CAMPOSANTO APPENA RIAPERTO. VILLA DANTE FINALMENTE PULITA

8 Maggio 2020 Cronaca di Messina

[embed]https://youtu.be/ITC3ybCha5o[/embed]

È sorprendente il numero dei cittadini che questa mattina si sono messi in fila in attesa dell'apertura, alle 8, del cancello principale del Gran Camposanto per la visita ai defunti, dopo la prolungata chiusura dovuta all’emergenza sanitaria. Dalle 7,30 si è iniziata a formare una lunga coda. Qualche momento di tensione si è registrato al momento di entrare per la calca che si era formata e il mancato rispetto della distanza minima di sicurezza di un metro, nonostante l'impegno dei dipendenti del comune nel tentativo di far rispettare il distanziamento. Ricordiamo che si entra rigorosamente in ordine alfabetico e per fasce orarie da rispettare.

Il Gran Camposanto sarà aperto tutti i giorni dalle 8 alle 13, tranne il mercoledì, con ingresso e uscita da tutte le porte di accesso. Stessi orari e giorni anche per accedere al Deposito del cimitero di via Catania. Tutti gli altri cimiteri della città saranno aperti tutti i giorni tranne il giovedì. In questo caso aperture dalle 8.30 alle 13.

All’interno delle strutture comunali non sarà consentito accedere liberamente ma rispettando ordine alfabetico e fasce orarie. Per i cognomi dalla A alla I, l’accesso sarà consentito dalle 8 alle 9.30; dalla lettera J alla Q dalle 9.30 alle 11; dalla lettera R alla Z dalle 11 alle 12.30. Una regola valida per tutti i cimiteri suburbani oltre che per il Gran Camposanto.

Per accedere sarà obbligatorio indossare guanti (oggi in tanti ne erano sprovvisti) e mascherine. In ogni fascia oraria possono accedere solo le persone previste per ordine alfabetico in base all’elenco. I visitatori non potranno trattenersi oltre l’orario stabilito per la propria lettera. Nei cimiteri sono inoltre consentite le cerimonie funebri con la partecipazione dei familiari fino a un massimo di 15 persone, oltre al presenziare alle operazioni di sepoltura e tumulazione.

L’unica eccezione prevista dall’ordinanza fa riferimento a domenica 10 maggio, giornata della Festa della Mamma. In questo caso l’accesso ai cimiteri sarà consentito dalle 8 alle 16, ma sempre diviso in ordine alfabetico. Dalle 8 alle 10 per i cognomi dalla A alla F, dalle 10 alle 12 per le lettere dalla G alla M, dalle 12 alle 14 per la fascia dalla N alla R e infine dalle 14 alla 6 per i cognomi dalla S alla Z.

E alle 9 in punto sono state riaperte anche alcune delle principali ville pubbliche cittadine. A Villa Dante, fin dall'apertura dei cancelli, sono stati numerosi i cittadini che hanno goduto dell'unico grande polmone verde della città.

Oggi, ricordiamolo, riaprono i cancelli di Villa Quasimodo (Royal), Villa Dante, Villa Sabin e Villetta Castronovo. Si procederà poi con le altre villette posizionate nelle estremità della città, come Torre Faro, Pistunina e altre di piccole dimensioni sparse sul territorio messinese che, pur non essendo delle vere e proprie ville, rappresentano piccole oasi per i cittadini.  Gli orari d’apertura previsti sono 9-13 e 16-20.

A Villa Dante (FOTO) saranno aperti solo gli accessi di via Lucania a Nord e via San Cosimo a Sud. I custodi si occuperanno di contingentare gli ingressi. L’accesso sarà consentito solo per passeggiare, sostare brevemente all’aria aperta o svolgere attività sportive, individualmente o con accompagnatore nel caso di minori o persone non autosufficienti. Il limite massimo di permanenza sarà di due ore. Consentito l’accesso con cani condotti al guinzaglio.

Sia per i cimiteri che per le ville, la Messinaservizi si occuperà di svuotare i cestini (FOTO) e sanificare gli ambienti. Mentre polizia municipale e polizia metropolitana eseguiranno i controlli: per le violazioni delle ordinanze, sono previste sanzioni amministrative dai 400 ai 3000 euro.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione