Rapina l’inquilino di casa dei genitori. Fermato dalla Polizia un 26enne

9 Maggio 2020 Cronaca di Messina

I poliziotti delle Volanti hanno proceduto ieri al fermo di indiziato di delitto di un ventiseienne messinese G. C. 

L’uomo, con precedenti di polizia quali detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, lesioni personali, estorsione, danneggiamento e violenza privata, è fortemente indiziato del reato di rapina pluriaggravata commessa appena un paio di giorni fa.

Secondo la ricostruzione dei fatti effettuata dai poliziotti delle Volanti intervenuti, il ventiseienne, con problemi di dipendenza da sostanza stupefacente, il 6 maggio scorso avrebbe raggiunto un immobile di proprietà dei genitori, attualmente affittato, e avrebbe chiesto all'inquilino di consegnargli dei soldi. Al rifiuto, lo avrebbe minacciato mostrando il calcio di una pistola.

Si sarebbe poi introdotto con la forza all’interno dell’appartamento infrangendo il vetro di una porta finestra con un mattone e avrebbe sottratto la somma di circa 800 euro. 

Dopo il colpo, ha fatto perdere le proprie tracce.

Tracce che i poliziotti hanno seguito, risalendo velocemente all’identità dell’uomo, rintracciato ieri, nella tarda mattinata, dopo giorni di continue ricerche.

Il presunto rapinatore è stato altresì indagato per il reato di detenzione e porto abusivo di arma comune da sparo. Ulteriori indagini sono in corso per valutare le sue responsabilità  relativamente a un furto ai danni di un lido balneare perpetrato poche ore prima di commettere la rapina.

Prevista per lunedì prossimo l'udienza davanti al gip Marino per la convalida del fermo del 26enne, difeso dagli avvocati Nino Cacia e Gabriele Lombardo.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione