IL VIDEO: SPADAFORA, LE FIAMME LAMBISCONO LE ABITAZIONI. E’ UNA LOTTA CONTRO IL TEMPO

14 Maggio 2020 Cronaca di Messina

 

Autostrada Messina-Palermo avvolta dalle fiamme e canadair in azione nella zona di Spadafora. Per il secondo giorno consecutivo gli incendi l’hanno fatta da padrone sulla costa tirrenica di Messina.

Non si tratta di una ripresa dell’incendio di ieri, ma di un nuovo punto fuoco che lascia presagire come questa volta ci possa essere la mano di piromani e quindi la natura dolosa. Intorno alle 7 di questa mattina, nelle colline tra Spadafora e San Martino, in zona Puntale le fiamme sospinte dal forte vento di scirocco hanno messo in serie difficoltà le forze dell’ordine e i vigili del fuoco, che sono stati costretti in via precauzionale ad evacuare alcune abitazioni pericolosamente lambite dal fuoco.

Vigili del Fuoco, Vigili Urbani e volontari della Misericordia stanno lavorando senza sosta per evitare il peggio. Sul posto anche Carabinieri e Guardia di Finanza.

Al momento sono in azione due canadair nel tentativo di evitare che la combustione possa ulteriormente allargarsi coinvolgendo il territorio al confine con Rometta.

Di nuovo chiusa l’autostrada, con gli aerei antincendio in azione anche sulle corsie della A20 e nella zona del cimitero, anch’esso minacciato dalle fiamme.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione