Covi-19: Annullato il procedimento disciplinare al poliziotto messinese che aveva donato lo stipendio agli ospedali

16 Maggio 2020 Cronaca di Messina

E’ stato annullato il procedimento disciplinare contro l’agente della Polizia di Stato che, in quarantena per un sospetto di coronavirus, aveva donato il proprio stipendio agli ospedali di Vercelli, Bergamo e l’ospedale di Sant’Agata Militello in provincia di Messina.

Antonino Lollo, atleta messinese che, per l’attività sportiva, si è trasferito nella Bergamasca e da un paio d’anni è entrato a far parte della Polizia di Stato, in servizio a Vercelli, costretto in casa proprio durante il periodo peggiore del contagio da Covid-19 per il sospetto che avesse contratto il virus, aveva donato il proprio stipendio a tre diverse strutture sanitarie.

Vercelli, annullato il procedimento disciplinare al poliziotto che aveva donato lo stipendio agli ospedali

Lollo prima di una gara

Per colpa di un malinteso, però, si era visto “punito” con un procedimento disciplinare che, effettuati tutti gli accertamenti del caso, è stato annullato d’iniziativa proprio da chi lo aveva promosso. “Non possiamo far a meno di compiacerci con chi – si legge sui siti della Federazione sindacale Fsp Polizia di Stato – ha dimostrato come la vera autorevolezza dirigenziale non sta nel cercare di imporre la forza senza diritto, ma nell’essere giusti, equi e capaci di cambiare idea”.

IL CASO

Antonino Lollo, in forza al distaccamento della stradale di Vercelli, ha donato mentre era in quarantena un suo stipendio agli ospedali di Vercelli, Bergamo e Messina, con un gesto di grande solidarietà che è finito su alcuni giornali. Ma la polizia stradale del Piemonte, dove lui presta servizio, non ha gradito, e ha avviato un procedimento disciplinare perché non avrebbe “avvisato dell’intervista dei media e della sua imminente uscita”, come prevede il regolamento.

“Per tutti noi poliziotti il gesto del nostro collega è stato motivo di orgoglio e profonda ammirazione, un esempio per tanti – affermava il 30 aprile in una nota il Siap (Sindacato Italiano Appartenenti Polizia) – ma non per la sua dirigente, che pretendeva di essere informata dell’intervista, pur non riguardante motivi di servizio”.

“Il dirigente nelle sue contestazioni ritiene che il collega abbia tenuto un comportamento non conforme al decoro delle funzioni dell’Amministrazione della Pubblica sicurezza – dice Ciro Dellisanti, segretario Siap di Vercelli – Ma stiamo scherzando? Il nostro collega con il suo comportamento ha dato lustro all’amministrazione, e chiediamo con forza che questa bizzarra contestazione venga immediatamente archiviata, restituendo credibilità alla nostra amministrazione che non ha certo bisogno, tanto meno in questo momento, di questa pubblicità anzi, sarebbe opportuno da parte sua premiare il nostro collega per essersi distinto per generosità e senso civico in un momento di particolare difficoltà in cui versa l’intero Paese”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione