Assunzione operatori ecologici: Al via le prove pratiche per i primi 50. Dal 4 Giugno saranno operativi e contribuiranno ad avviare la terza zona dell’area Nord  

18 Maggio 2020 Cronaca di Messina
Messinaservizi Bene Comune comunica che prendono il via oggi le prove pratiche pratiche per  l’assunzione dei primi 50 operatori ecologici che verranno poi messi in servizio. Grazie all’assunzione di queste nuove unità di personale, la società potrà dal 4 Giugno in poi avviare nuove zone di raccolta porta a porta in città completando la terza  zona dell’area Sud e  dell’area Nord della città”. A dirlo il presidente di Messinaservizi Bene Comune Giuseppe Lombardo che aggiunge:”Nelle prossime settimane procederemo con le altre prove pratiche per gli altri 50 operatori ecologici, in modo da determinare l’assunzione cosi di tutti gli operatori dei quali avevamo bisogno.
Prosegue intanto, senza sosta, l’attività di Messinaservizi Bene Comune per la scerbatura in tutta la  città, per recuperare quanto non si è potuto fare a marzo ed aprile a causa del 50% di personale in meno causa Covid-19. Solo comunque con l’integrazione del contratto di servizio, che si era avviato prima dell’emergenza, si potrà dare una risposta definitiva al decoro urbano in città.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione