“Foodprime”: a Messina un progetto no-profit per digitalizzare i menù

18 Maggio 2020 Cronaca di Messina

Arriva in riva allo Stretto un progetto no-profit per digitalizzare i menu: si “chiama Foodprime” ed è realizzato da Connessioni – Digital Hub, società nata nel dicembre 2019 nell’ambito del programma “Resto al Sud” per lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali. 

«E’ il momento di tendere la mano, di essere solidali con le attività commerciali in difficoltà, di incentivare modelli innovativi per salvaguardare la salute collettiva. Sono queste le premesse – si legge in una nota – che ci hanno spinto ad immaginare e realizzare un menu digitale totalmente automatizzato. Pensato per essere chiaro ed immediato nella ricerca dei prodotti, per offrire un’esperienza di navigazione ottimale su tutti i dispositivi, senza dover scaricare nessuna app specifica e senza alcuna registrazione. Un’unica piattaforma per modificare e gestire tutti i menù grazie al QR code dinamico e monitorarne il rendimento. E soprattutto gratuito, per sempre. Siamo felici di presentarlo nel giorno 1 della riapertura per tutte quelle attività che oggi alzano la propria saracinesca. È il nostro regalo per ripartire più forte, per ripartire insieme».

Il progetto pensato dagli under 30 di Connessioni – Digital Hub, società che offre alle imprese servizi di comunicazione e digitalizzazione, è supportato dalla collaborazione esterna di Giorgio Nocera CTO in Subsense ed Alessio Cosenza, software engineer.

La piattaforma completa sarà disponibile entro due settimane, ma per sopperire alle esigenze di immediatezza dei ristoratori la società offrirà un menu tampone per le prime cinquanta aziende che aderiranno mediante il pre-order al seguente link: https://rebrand.ly/Foodprime_Preorder

Per ulteriori approfondimenti è possibile scrivere a info@foodprime.it.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione