Messina, Parisi lascia la Lega per tornare in Forza Italia, Micciché (FI): “Tornato a casa, in Sicilia siamo ancora determinanti”

18 Maggio 2020 Politica

 Dopo l’adesione al Carroccio nel gennaio 2019, il consigliere comunale messinese Pierluigi Parisi abbandona la Lega per tornare in Forza Italia. Una scelta motivata – come lui stesso sottolinea – da una mancanza di vedute comuni.

“Siamo lieti di riaccogliere Pierluigi tra le fila del partito. Un percorso politico nato tra i giovani di Forza Italia nel lontano 1996 e continuato all’interno del Popolo delle Libertà, non poteva essere essere cancellato con un colpo di spugna. Con il suo entusiasmo e la sua voglia di mettersi al servizio del territorio, sono certo che saprà confermare quanto di buono Forza Italia sta facendo in Sicilia, confermando la buona salute di cui gode”. Lo afferma il Coordinatore regionale siciliano, on. Gianfranco Micciché, che a nome di tutti gli azzurri da il bentornato a Pierluigi Parisi.

Gli fa eco il Capogruppo di Forza Italia all’Ars e coordinatore del partito nella provincia di Messina, on. Tommaso Calderone, per il quale: “Il richiamo di valori specifici ha avuto il sopravvento. Per chi dal punto di vista politico privilegia una visione moderata, che cura il tessuto imprenditoriale, ambisce alla semplificazione amministrativa e pensa a creare occupazione, è dura non trovare in Forza Italia la propria casa. La Finanziaria regionale che si è appena conclusa ne è la testimonianza. Sono consapevole che anche a Messina – e il ritorno di Parisi ne è la prova – ci sono le condizioni per continuare il percorso di rinnovamento generazionale che già da ora sta dando copiosi risultati”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione