Messina: sequestrato in una pescheria cittadina tonno rosso

19 Maggio 2020 Cronaca di Messina

I militari in servizio presso la Capitaneria di Porto di Messina-Guardia Costiera, nel corso di accertamenti sulla vendita di prodotti ittici, hanno sequestrato in una pescheria di Messina alcuni esemplari di tonno rosso per un quantitativo totale di circa 67 kg. L’attività è stata svolta con l’ausilio del personale dell’ASP di Messina, Dipartimento di prevenzione veterinaria distretto di Messina. Nel corso delle verifiche si è appurato la presenza di Tonno rosso per il quale non era assolutamente dimostrabile la provenienza, in violazione della vigente normativa in materia. I militari operanti hanno proceduto pertanto ad effettuare il sequestro amministrativo del prodotto ed a comminare una sanzione amministrativa per un importo pari a 1.500,00 euro. Il prodotto è stato sottoposto a sequestro dopo ispezione, eseguita dalla citata ASP di Messina, che lo dichiarava non idoneo al consumo umano, e pertanto si è proceduto alla distruzione. Nella giornata del 17.05.2020 i militari della dipendente Motovedetta CP 2088 hanno elevato sanzioni amministrative per un totale di 460 euro nei confronti di due diportisti che effettuavano l’attività di pesca all’interno delle corsie di transito navale dello Stretto di Messina.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione