Pulizia città: Lombardo (Msbc), “Critiche consigliera M5S​ pretestuose in questo periodo post Covid 19”

26 Maggio 2020 Politica

“Non è bastato un mio intervento di oltre​ un’ora​ per spiegare alla Consigliera Cristina​ Cannistrà del M5s,​ che prima di puntare il dito del pregiudizio contro chi è stato sempre disponibile in consiglio, in commissione e puntuale con tutte le relazioni semestrali e annuali, d’altronde come tutte le altre partecipate, è sempre bene chiedere, informarsi, proporre, costruire!”. Lo dice il presidente di Messinaservizi Bene Comune Giuseppe Lombardo​ che aggiunge:” Sono stai mesi difficili e solo chi​ li ha vissuti, può raccontare lo stato d’animo con cui si è svolto un servizio essenziale per la città.​ Le scelte del governo non ci hanno aiutato, non equiparare i servivi pubblici essenziali al pari dei servizi sanitari, ha quintuplicato di fatto i permessi e i congedi ai dipendenti, riducendo notevolmente così la nostra forza lavoro. Da una lato oltre il 30% di assenze medie ad Aprile ma dall’altro l’aumento dei servizi richiesti mantenendo l’ordinario. Dalla disenfezione quotidiana di tutti i mercati coperti a quella stradale su tutto il territorio comunale. Dal servizio di raccolta domiciliare dei rifiuti dei soggetti in isolamento fiduciario alla disenfezione quotidiana di tutti i mezzi e le sedi di lavoro, impianto di selezione di Pace compreso. Dalla difficoltà del reperimento dei dispositivi di sicurezza ma​ con il rischio quotidiano per i nostri operatori di portare la morte a casa. Dal mantenimento del servizio di porta a porta nelle aree già avviate all’assunzione dei 100 operatori che già dalla prossima settimana i primi 50 saranno avviti al servizio per l’ampliamento delle aree servite. Dalla continua lotta agli abbandoni di ingombranti e la continua bonifica di micro discariche in città da Nord a Sud. Dagli investimenti in mezzi e attrezzature per la disinfezione alla iscrizione alla camera di commercio per consentire da oggi in poi al comune di affidare il servizio in house per disenfestazione, derattizzazione e deblattizzazione. Dalla scerbatura straordinaria di ville, parchi e aree verdi alla programmazione di ulteriori interventi per raggiungere entro metà Giugno la definitiva pulizia della città. È stato fatto tanto? Si poteva fare di più, si poteva fare meglio? Sicuramente si, ma​ sia come cda, sia come governance e sia come intera forza lavoro abbiamo la coscienza a posto. Siamo sicuri di non aver lesinato un solo minuto del nostro impegno a servizio della città in una fase che nessuno avrebbe mai pensato potesse arrivarci addosso fino a limitare anche la libertà personale. Siamo coscienti che bisogna fare ancora tanto, chiediamo maggiore collaborazione sia al consiglio comunale che ai cittadini. Al consiglio Comunale chiediamo collaborazione perché già nei prossimi giorni potrebbe trovarsi la proposta per dare la soluzione definitiva al decoro urbano con il contratto integrativo che va dalla manutenzione del verde alla scerbatura, fino alla lotta al randagismo, già pronta prima dell’emergenza Covid 19 e che poi si è fermata per cause non prevedibili. Ai cittadini chiediamo maggior attenzione al considerare gli spazi pubblici come fossero casa propria e non terra di nessuno, dove perpetrare continui abbandoni di rifiuti di ogni genere”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione