Bonino Pulejo, il presidio ospedaliero Casazza riaprirà in anticipo di due mesi

8 Giugno 2020 Cronaca di Messina

Procede a ritmo serrato il piano di riapertura dei reparti e di alcune aree del P.O. Casazza dell’IRCCS Centro Neurolesi “Bonino Pulejo”.

Oggi infatti sono stati avviati i lavori per la messa in funzione di tutta una serie di spazi che daranno un nuovo e più efficiente “vestito” allo storico nosocomio situato sui Colli Sarrizzo.

Efficientamento energetico, impianti tecnologici e sistemi HVAC tramite razionalizzazione della domanda energetica e ricorso alle FER nell’ambito dell’iniziativa “JESSICA” Sicilia PO-FERS 2007 /2014.

Un piano di investimento di quasi 2 milioni di euro affidato al Direttore dei lavori Ing. Cristoforo Sapienza. L’emergenza Covid, che ha inevitabilmente stravolto l’assetto organizzativo, ha consentito l’accelerazione dei lavori con fine anticipata di due mesi rispetto alla data prevista.

"Uno sforzo notevole, corale da parte della Dirigenza dell’Istituto “Bonino Pulejo” che esprime massima soddisfazione e conta di restituire alla città e non solo, la struttura completamente rinnovata e tecnologicamente sempre più avanzata grazie alla realizzazione di speciali vasche di camminamento e di un sistema di riabilitazione motoria all’avanguardia come il “Raiser Pro”, unico in Italia e tra i primi in Europa. Questi ambienti si arricchiranno di altre sale di riabilitazione motoria - dichiara il Direttore Scientifico Placido Bramanti– Con alcuni sostegni elasticizzati, il paziente potrà compiere dei movimenti spontanei attraverso “Raiser Pro”. Nella medesima area ci saranno le vasche con le piscine di camminamento per riprendere l’andatura per chi ha avuto interruzione della motilità e per migliorare la stabilità per i pazienti con malattie neurodegenerative progressive come per esempio il morbo di Parkinson e Disordini del Movimento con esiti di ictus, la Sclerosi Multipla e altre forme di demenza».

Sempre oggi, a verificare l’avvio dei cantieri, il Direttore Generale Vincenzo Barone ha fatto il punto della situazione, in concomitanza ad un’altra giornata di festa per l’IRCCS in occasione della stabilizzazione a tempo indeterminato di altre 40 operatori sanitari, quali Infermieri, Fisioterapisti e Logopedisti.

«Oggi è un’altra di quelle giornate in cui si scrive un pezzo di storia al Neurolesi- esordisce il Direttore Generale- Consegniamo i lavori per l’efficientamento energetico della struttura. Grazie a questi interventi, la sede di Casazza, che al momento non ospita ricoverati, potrà riaprire le proprie porte con un anticipo di due mesi rispetto alla prevista data di fine lavori. Restituiamo quindi alla città, una struttura ammodernata realizzata oltre 20 anni fa. Questo accade grazie ai fondi del progetto Jessica. Rispettiamo cosi il cronoprogramma che abbiamo comunicato precedentemente a tutti a testimonianza di coerenza e serietàche da sempre ci contraddistingue».

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione