Messina, il teatro Vittorio Emanuele riparte con Rea e Cafiso

13 Luglio 2020 Culture

Il Vittorio Emanuele di Messina annuncia la riapertura. Teatro e musica all’aperto, in via Laudamo, con 330 posti, dal 17 luglio all’8 agosto. Un modo per ripartire nel segno della musica di qualità e di tanta comicità siciliana. La rassegna “#riparto dal Teatro. Spettacoli d’estate al teatro scoperto” comincia, orario unico alle 21.30, con il celebre pianoforte di Danilo Rea: “Improvvisazione di piano solo” in cartellone venerdì 17 luglio

Si prosegue con il “Francesco Cafiso duo” (ovvero il talento di Vittoria al sax e Mauro Schiavone al piano) mercoledì 22; giovedì 23 il “Facce ride show” del comico palermitano Manlio Dovì con il “Trio Palermo Jazz Reunion”. Il mix di musica e teatro continua con il recital lirico “Sul fil d’un soffio esteso” con il soprano Jessica Nuccio e al pianoforte Salvatore Messina venerdì 24 luglio. Domenica 26 “Papà à la coque” di e con Sergio Vespertino, palermitano, attore comico per formazione e noto anche al cinema e in tv, affiancato dalla fisarmonica di Pierpaolo Petta; mercoledì 29 “Trinacria Saxophone Quartet”; giovedì 30 “Magicomio” di e con Francesco Scimemi, artista palermitano che coniuga comicità e magia; venerdì 31 luglio “Twogheter” di Giovanni Mazzarino e Flavio Boltro. E, ancora, mercoledì 5 agosto “Tango mood. Trio atipico con Elisa Lorena”, giovedì 6 il piano di Gloria Campaner, apprezzata a livello internazionale, in “Moon Light” e venerdì 7 “We sing ammore. Band Camera a Sud”. Infine, sabato 8 agosto il gran finale con il “Recital” di Gianfranco Jannuzzo, il popolarissimo artista agrigentino specializzatosi nel teatro leggero.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione