Autostrade: Consumatori associati notifica un atto extragiudiziale alla Consob per accertare tutte le anomalie sulle azioni del gruppo Atlantia

17 Luglio 2020 Mondo News

Abbiamo chiesto alla Consob di avviare un’immediata inchiesta al fine di valutare come le dichiarazioni del Governo del 13 luglio possano avere inciso sulla perdita del 15% del gruppo Atlantia Autostrade rilevata il giorno successivo, e come invece, i provvedimenti del 14 Luglio abbiano inciso sull’aumento del 27% rilevato poi il 15 luglio. I consumatori non vogliono più essere presi in giro, come risaputo il compito di Consob è quello di monitorare se si verifichino mosse distorsive sui mercati finanziari e pretendiamo siano fatti tutti gli accertamenti del caso”. Lo dice l’avvocato Ernesto Fiorillo presidente nazionale di Consumatori Associati avendo notato degli strani movimenti che avrebbero potuto falsare i dati del mercato dopo la conclusione della lunga trattativa di Atlantia con il governo sul futuro di Autostrade. “Chiediamo – prosegue Fiorillo – anche di verificare ed individuare tutti i soggetti che hanno operato nei giorni del ribasso e del rialzo per capire chi abbia potuto speculare in modo così assurdo su un titolo che ha sulla coscienza 43 morti. Consob deve  spiegare perché non ha sospeso le contrattazioni per eccesso di rialzo. Gli investitori devono sapere se qualcuno ha sfruttato informazioni privilegiate, per manipolare il mercato finanziario oppure trarre indebitamente un vantaggio economico sugli altri. Rammentiamo che utilizzare le cosiddette informazioni privilegiate rappresenta un vantaggio scorretto, che ridurrebbe il grado di rischio, che ricadrebbe invece sulla restante parte degli investitori, facendo trarre un maggiore profitto. Inoltre, molti si chiedono se l’intesa prevede l‘ingresso di Cdp al 51%, lo scorporo e la successiva quotazione di Aspi con la progressiva uscita della famiglia Benetton dall’azionariato, aspetto abbastanza negativo per Atlantia, perché le azioni sono schizzate così in alto? Auspichiamo per la serenità degli investitori maggiore trasparenza e interventi decisi di Consob nel caso siano rilevate delle irregolarità”. 

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione