HOTSPOT BISCONTE, D’UVA: LINEA M5S NON CAMBIA, DA DE LUCA ACCUSE FALSE

20 Luglio 2020 Politica
“Ristabiliamo la verità. Sull’hotspot di Bisconte non ho mai cambiato idea.

Non intendo usare la stessa tattica che utilizza il sindaco De Luca per capovolgere la realtà dei fatti, ma questo voglio chiarirlo una volta per tutte. Alzare polveroni e fare teatrini per deviare l’attenzione non è mio costume, né dei colleghi del MoVimento 5 Stelle. Noi lavoriamo per le soluzioni, assumendoci la responsabilità di ogni scelta e di ogni posizione politica.

Sull’hotspot di Bisconte la mia, la​ nostra posizione è sempre stata la stessa e tale rimane. Ho avuto modo di ribadirlo anche al Viminale, che, dal canto suo, sul tema è al lavoro assieme alla prefettura. L’hotspot non garantisce le opportune condizioni di sicurezza, ragion per cui siamo sempre stati – e siamo tuttora – contrari alla sua presenza.

Il Sindaco, al solito, si dimena in modo scomposto e strumentalizza per un suo vantaggio, magari elettorale. Fa continue invasioni di campo, forse per nascondere le mancate risposte ad altre urgenze che dipendono direttamente da lui.

Lo ripeto: quell’hotspot va chiuso. Le chiacchiere e le false accuse le lasciamo a chi ne ha bisogno per la sua propaganda portata avanti alla maniera leghista”.

Così il deputato questore Francesco D’Uva, PortaVoce del MoVimento 5 Stelle, in un post su Facebook.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione