Unime, si laurea la campionessa di pallanuoto Federica Radicchi

23 Luglio 2020 Culture

Si è laureata all’Università di Messina, con il massimo dei voti e lode accademica in  Scienze della Formazione e della Comunicazione, la campionessa di pallanuoto Federica Radicchi, una lunga carriera sportiva professionistica coronata con la medaglia di bronzo ai Campionati mondiali di nuoto (Kazan 2015) e con la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Rio de Janeiro (2016).

Federica ha discusso con il relatore prof. Antonino Bucca e con la correlatrice del lavoro – nonché presidente della Commissione di laurea – prof.ssa Rosalia Cavalieri, una tesi dal titolo La prosodia e la cura della balbuzie.

“La mia vita è fatta di due grandi passioni: lo sport e la formazione delle nuove generazioni – ha detto la campionessa – a conclusione della carriera agonistica, infatti, ho allenato per qualche anno una squadra di giovani pallanuotiste messinesi. Dopo aver investito gran parte delle mie energie per giungere a importanti traguardi sportivi, ho scelto di dare spazio alla formazione e ho deciso di iscrivermi al corso di studio in Scienze della Formazione e della Comunicazione di Unime, perché ho considerato la possibilità di crescere professionalmente e soprattutto a livello delle competenze educative. Insomma, ho cercato di unire la passione per l’educazione dei giovani alla mia prima grande passione, la pallanuoto. Ho pensato perciò di studiare e di laurearmi per non essere solo un’appassionata ma anche e soprattutto una persona competente”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione