Raffaele Novelli nuovo allenatore dell’Acr Messina, Andrea Gianni nominato direttore generale

30 Luglio 2020 Sport

Arrivano, finalmente, le prime ufficializzazioni in casa Acr Messina, ma non senza sorprese. I primi nomi per la società giallorossa sono Andrea Gianni, nuovo direttore generale, e Raffaele Novelli, l’allenatore designato per lo Sciotto quater.

L’avvocato Andrea Gianni, figura professionale di comprovata esperienza. Avvocato penalista, laureato a Roma e con un master a New York nel 2006 in Management & Leadership acquisizioni e fusioni di società, Andrea Gianni ha lavorato per Sambenedettese, Rieti e Reggina.

Per Novelli una carriera fra alti (Pro Patria, Melfi e Foggia) e bassi Vigor Lamezia, Salernitana, Sorrento, Barletta e Aversa), con tanta serie C e una sola esperienza in D, a Campobasso; per il tecnico salernitano anche una stagione in Svizzera, a Zurigo e una con i francesi del Pau, in serie C.

Un’inversione di marcia a u, quella della società giallorossa, che lascia quantomeno perplessi. Al di là dei nomi finora trattati dall’Acr (Campilongo, Capuano e Caneo), che alla fine hanno preferito continuare ad allenare in serie C, e che lasciavano presagire a una partenza col botto per lo Sciotto quater, Novelli sembra una scelta di ripiego, quando ormai non c’era più tempo da perdere.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione