Salvatore Spartà è il nuovo direttore generale della Patrimonio Messina Spa

6 Agosto 2020 Politica

È stato nominato oggi dall’assemblea dei soci il direttore generale della Patrimonio Messina Spa. E’ Salvatore Spartà, risultato primo fra 4 candidati nel bando pubblicato il 25 maggio dalla società ed esaminato dalla commissione giudicatrice composta dal presidente Enrico Spicuzza (Presidente Ordine dei Dottori Commerciaisti) e dai componenti Ing. Francesco Triolo (Presidente ordine degli Ingegneri) e Antonino Cama, dirigente del Comune di Messina.

Spartà è un funzionario della Regione Siciliana. Nel settore pubblico è stato revisore dei conti presso Scuole e Comuni, ma anche Commissario Governativo, Ispettore Contabile, responsabile unico del procedimento e Presidente di Commissioni di gara in decine di Opere Pubbliche. Esperto di diversi Comuni è stato anche Direttore del Gruppo di Azione Locale Peloritani. Progettista di decine di iniziative di “sviluppo territoriale/comprensoriale” e di “cooperazione internazionale”. E’ coadiutore dell’Agenzia Beni Confiscati alla Mafia e del Tribunale di Catania. Nel settore privato Responsabile amministrativo, Direttore e Consulente di diverse Aziende. Componente di Collegi Sindacali, ha redatto decine di business plan di Investimenti Imprenditoriali Agevolati da Fondi Comunitari. E’ Amministratore Delegato per nomina dei Soci Privati del Distretto Taormina Etna.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione