Trovato il corpo di una donna a Caronia durante le ricerce della dj scomparsa

8 Agosto 2020 Cronaca di Messina

CARONIA (MESSINA) – Il cadavere irriconoscibile di una donna è stato trovato riverso nei boschi di Caronia (Messina) dove si cerca da sei giorni la dj Viviana Parisi, scomparsa con il figlio Gioele di 4 anni. Non si può al momento stabilire un collegamento certo tra il ritrovamento del corpo e la scomparsa di madre e figlio. Ma l’abbigliamento sembrerebbe quello di una donna: pantaloncini jeans e scarpe adidas Stan Smith con una striscia rosa fluorescente, e una canotta. Un indumento, comunque, sembrerebbe compatibile con quello di Viviana Parisi. Ma sarà l’esame del Dna ha dare la certezza sull’identità.

Il corpo è stato rinvenuto in una boscaglia dai cani dei vigili del fuoco. Da giorni squadre di vigili del fuoco, protezione civile, polizia e carabinieri sono impegnati nelle ricerche con l’aiuto di cani molecolari e biologici e con il sorvolo di droni e elicotteri. Inoltre si sono moltiplicati gli appelli dei familiari per chiedere alla donna di tornare a casa. Gli investigatori della squadra mobile di Messina nei giorni scorsi sono arrivati a casa di Daniele Mondello, marito della Parisi, e hanno portato via un tablet e alcuni oggetti appartenenti alla donna e al bambino.

Intanto, è stata rintracciata a casa di un’amica a Sant’Agata di Militello un’altra donna, anche lei di 43 anni, scomparsa ieri da Castel di Lucio, comune messinese che dista 21 km da Caronia. La scomparsa è stata denunciata ieri dai familiari. In un primo momento si stava appurando se il corpo potesse appartanere a una delle due donne. Ipotesi adesso scartata.

Il procuratore di Patti Angelo Cavallo, che coordina l’inchiesta per sequestro di persona di Viviana Parisi, il medico legale e la polizia scientifica stanno arrivando sul luogo del ritrovamento. Fino a quel momento nessuno potrà muovere il corpo.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione