Bando per ospitare i migranti, il Viminale accelera sulla chiusura dell’hotspot di Messina

17 Agosto 2020 Cronaca di Messina

Il Viminale velocizza l’iter della chiusura dell’hotspot di Bisconte a Messina e del contestuale trasferimento dei migranti ospitati all’interno, oltre a quelli che potrebbero giungere in seguito.

La prefettura ha pubblicato un avviso di manifestazione di interesse finalizzato all’individuazione di strutture di accoglienza sul territorio peloritano. Si tratta di uno step successivo a quello compiuto dall’amministrazione comunale, che prima della protesta del sindaco Cateno De Luca e della sua ordinanza annullata, aveva manifestato l’esito negativo di una analoga ricognizione in città e provincia.

Adesso, è il Palazzo del Governo a cercare siti in grado di garantire accoglienza e ospitalità a un numero di migranti compreso tra le 51 e le 150 unità. Oltre alla garanzia delle misure di contrasto alla diffusione del Covid, compresi isolamento sanitario e quarantena con sorveglianza attiva, le strutture devono avere due requisiti fondamentali: trovarsi fuori dai centri abitati ed essere dotate di cortile. La deadline per le manifestazioni di interesse fissata alle 17 del 28 agosto.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione