La Polizia esegue misura cautelare. In carcere l’autore di una serie di furti in abitazione

18 Agosto 2020 Cronaca di Messina

I poliziotti delle Volanti hanno eseguito l’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Messina a carico di Claudio CIRAOLO messinese di 62 anni.

L’uomo, che a suo carico annovera precedenti per associazione mafiosa ed omicidio, è ritenuto responsabile di una serie di furti in abitazione commessi in Messina tra gennaio e giugno 2020.

La scrupolosa attività d’indagine della Polizia di Stato, coordinata dalla locale Procura della Repubblica, ha permesso di risalire all’identità del reo e a contestargli le responsabilità per ogni singolo episodio. 

Il sessantaduenne, utilizzando sempre lo stesso modus operandi per far allontanare le sue vittime, presentandosi come postino con missive da firmare, è riuscito in più occasioni ad introdursi nell’abitazione presa di mira, arraffando quanto di valore. 

In una circostanza, per assicurarsi ciò che aveva rubato nonché l’impunità, ha addirittura innescato una colluttazione con la vittima tentando di chiuderle la mano in una porta, cagionandole delle lesioni.

L’analisi delle immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza presenti nelle zone interessate e le testimonianze acquisite, hanno consentito l’identificazione del malvivente. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire e sequestrare gli indumenti indossati dal ladro in occasione dei furti consumati, ad ulteriore conferma della riconducibilità al Ciraolo delle condotte delittuose. 

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione