Promontorio Nord: Strane storie di Maurizio Marchetti

24 Agosto 2020 Culture

Prosegue, con uno spettacolo in prima assoluta dell’attore messinese, la rassegna curata da Roberto Zorn Bonaventura. In scena anche il cantante arabo Faisal Taher…

Il 26 agosto, alle 18.30, nella Tenuta Rasocolmo di Messina, andrà in scena per la prima volta Strane Storie: un viaggio, tra storie e musiche, nella realtà e nella fantasia di ognuno di noi. In scena, con Maurizio Marchetti, ci saranno l’attrice Sabrina Marchetti, il musicista Dino Lopardo e il cantante Faisal Taher.

La vita si ingegna ad inventare trame che mai nessuno scrittore riuscirebbe ad immaginare. Con questa frase di Isaak Babel – dice Maurizio Marchetti – si potrebbe spiegare il senso di Strane Storie.

“Ognuno ha tante storie, tante facce nella memoria, recita il prologo di una canzone (Sempre) di Gabriella Ferri. E tante storie sono strane… ma forse tutte le storie sono strane. Noi ci ingegniamo a trovarne e raccontarne di più o meno strane, cerchiamo di recuperare l’Arte del Racconto (l’affabulazione va tanto di moda da quando in Italia si è rinunciato al Teatro di Prosa), spaziando da letteratura a teatro, da poesia a cronaca…il tutto condito dalle musiche di Dino Lopardo.

E poi tutto qui? Recita una canzone di Ornella Vanoni. Sì. Tutto qui. Noi e il pubblico a confrontare le nostre fantasie. Le nostre realtà (la realtà è uno stato mentale).

Parole e note fuse nella musica della vita.

Promontorio Nord è giunto alla quarta edizione, è curato da Roberto Zorn Bonaventura ed è inserito nella Caporasocolmo Summer Fest 2020.

Gli spettacoli si svolgono nel boschetto a picco sul mare della Tenuta Rasocolmo, a seguire, alle 20.30 circa, ci sarà la degustazione dei vini della Cantina Giostra Reitano e di prodotti tipici.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione