Giallo di Caronia, il procuratore Cavallo: “Niente tracce di sangue nell’auto, nessuna ipotesi sulla morte di Gioele”

28 Agosto 2020 Inchieste/Giudiziaria

Si è concluso ieri l’ulteriore ciclo di prelievi e accertamenti sulla auto Opel Corsa di Viviana Parisi. Lo ha reso noto il procuratore di Patti Angelo Vittorio Cavallo che coordina l’inchiesta per omicidio e sequestro di personba, dopo la scomparsa e la morte della donna, 43 anni e del figlio Gioele di 4 anni.

«Gli accertamenti genetici effettuati sui tamponi prelevati all’interno del mezzo e sul parabrezza hanno finora fornito esito negativo – precisa il pm in una nota – anche per quanto riguarda la presenza di eventuali tracce di sangue. Il lavoro del collegio di consulenti incaricati degli esami autoptici, genetici e morfologici è tuttora in corso ed è nelle sue fasi iniziali».

«Tale compito, come è facilmente intuibile, si preannuncia lungo, complesso e, per forza di cose, articolato in numerose sessioni. Contrariamente a quanto riportato da alcuni organi di stampa nei giorni scorsi, pertanto, non è ancora possibile formulare, allo stato, alcuna seria ipotesi sulle cause di morte del piccolo Gioele. Come già detto in precedenza, questo ufficio prosegue tuttora le indagini in ogni direzione, senza tralasciare alcuna ipotesi».

Dianiele Mondello e Viviana Parisi

«Il lavoro del collegio di consulenti incaricati degli esami autoptici, genetici e morfologici, nominato il 25 agosto, «è tuttora in corso e è nelle sue fasi iniziali. Tale compito come è facilmente intuibile, si preannuncia lungo, complesso e, per forza di cose, articolato in numerose sessioni».

«La prossima settimana ci sarà una riunione al Policlinico di Messina con la maggior parte dei consulenti per fare il punto della situazione sugli esami effettuati sul piccolo Gioele». Lo dice il medico legale Elvira Ventura Spagnolo, uno dei periti nominati dalla Procura di Patti nell’ambito dell’inchiesta sul giallo di Caronia.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione