TAOBUK 2020: L’ENTUSIASMO. Dall’1 al 5 ottobre a Taormina il decennale del festival

18 Settembre 2020 Culture

È in un anno quanto mai eccezionale che Taobuk- Taormina International Book Festival, kermesse letteraria ideata e diretta da Antonella Ferrara con il sostegno di Regione Sicilia – Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo e Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, e sotto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo, festeggia l’importante traguardo del decennale, anniversario che assume ora un rilievo ancor più significativo: cinque giorni in cui la letteratura incontra la musica, la danza, l’arte, l’attualità e la memoria, riempiendo di parole, fascinazioni e ricordi i più bei luoghi della città.

L’ENTUSIASMO

Ed è l’entusiasmo il tema scelto, con un’intuizione rivelatasi paradigmatica, a far da fil rouge al ricco programma di quest’edizione. Termine la cui derivazione etimologica – en theós ousía, letteralmente “avere dio dentro di sé” – ci riporta alle origini dell’Antica Grecia e dell’Occidente stesso, e che diventa oggi – nell’epoca dell’economia della depressione, come la chiamerebbe Paul Krugman – vero e proprio manifesto politico, ingrediente fondamentale per un programma che si proponga di salvare il mondo, e non solo di piegarlo ai nostri desideri. Entusiasmo che è in perenne contraddizione dialettica con il suo opposto, con la desolata contemplazione dei propri limiti: una contraddizione sufficiente a definire l’Uomo, eternamente sospeso tra la consapevolezza dell’infinito e quella delle proprie fragilità.

È questa ‘categoria dello spirito’ che accompagna i più spettacolari balzi in avanti nella storia dell’umanità, portando l’uomo sulla Luna e al primo messaggio scambiato sulla rete dei computer. Ma l’entusiasmo si accompagna anche – quasi per definizione – al suo contrario, al lato oscuro del progresso, alla paura di una velocità e di una complessità che ci sta sfuggendo di mano.

Così Antonella Ferrara, ideatrice e presidente della manifestazione: Recuperare l’entusiasmo, la voglia di andare avanti, creare, sperimentare: il concept di Taobuk 2020 vuole fornire ancora una volta un’occasione per costruire idee e prospettive; chiedersi come agisca nel nostro presente e dove riposi questo fuoco sacro tanto celebrato da artisti e poeti, inseguito da scrittori, codificato da filosofi, ciclicamente esaltato o rinnegato dalla Storia. Ne parleremo con scrittori, artisti e maître à penser provenienti da tutto il mondo e pronti ad animare la kermesse del decennale, che avrà l’onore di conferire i Taobuk Award for Literary Excellence a due premi Nobel da annoverare non solo nell’Olimpo delle Belle Lettere ma altresì tra le voci più alte della democrazia militante, come confermano i percorsi in difesa e a tutela dei diritti civili portati avanti, con determinazione e coraggio, da Svetlana Aleksievič e Mario Vargas Llosa.

Piena l’adesione dei rappresentanti istituzionali e delle associazioni, di cui riportiamo qui di seguito i messaggi di saluto.

Manlio Messina, Assessore Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo: Il libro è cibo per la mente, alimento indispensabile per la nostra cultura, quindi, per la nostra vita. Che a sua volta viene alimentata e si regge su una serie di sentimenti come l’entusiasmo, tema della decima edizione di Taobuk, tra i primi festival letterari italiani e manifestazione d’eccellenza della Regione Siciliana. E come governo Musumeci non possiamo che essere molto fieri di poter accogliere in Sicilia due premi Nobel, come Svetlana Aleksievič e​ Mario Vargas Llosa, grandi personaggi di cultura noti al mondo per il loro impegno sociale e civileDel resto, da sempre “Taobuk” si distingue per annoverare tra i suoi ospiti scrittori, filosofi, studiosi, giornalisti, attori, per quella che è una festa della letteratura che vuol riflettere sui temi dell’attualità, offrendo al pubblico l’opportunità di ascoltare personaggi del nostro tempo.

Alberto Samonà, Assessore Regionale dei Beni e dell’Identità siciliana: La scelta dell’entusiasmo come tema di Taobuk 2020, dopo un lungo periodo di buio, scoraggiamento e paura del futuro trasmessici da questo nemico silente, ma presente, che è il Covid-19, non poteva essere più pertinente. L’Entusiasmo, infatti, è l’anima e il motore del mondo e da Assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, sin dal primo giorno del mio insediamento ho sentito forte la responsabilità di mettere il massimo impegno per restituire entusiasmo ai Siciliani e centralità alla cultura. Attraverso #LaCulturaRiparte, primi in Italia, abbiamo riaperto Musei e Parchi archeologici, restituito respiro e speranza ripartendo dalla bellezza. E con le parole di Anatole France mi sento di dire che “preferisco gli errori dell’entusiasmo all’indifferenza del discernimento.

Mario Bolognari, Sindaco di Taormina: Strani tempi, quelli che stiamo vivendo. Studiosi di molte discipline si stanno interrogando sul significato e la direzione che la cultura e la società stanno intraprendendo, ma nessuno può dirsi oggi certo delle riflessioni alle quali giunge. L’unica cosa certa, secondo il mio punto di vista, è che la letteratura, come forma di narrazione formalizzata e codificata, avrà un ruolo sempre più centrale nella vita dei miliardi di donne e uomini che vivono su questa Terra. Infatti, l’incertezza, le ambiguità, i conflitti e la violenza genereranno anticorpi nella capacità dell’uomo di costruire storie, dare loro un senso universale e propagarle attraverso la scrittura. Benvenuto Taormina Book Festival, seme di una rinascita.

Salvatore Cuzzocrea, Rettore dell’Università degli Studi di Messina: Le sinergie con Taobuk sono aumentate nell’edizione 2020, grazie ad un evento culturale molto atteso e di grande prestigio per il nostro territorio. Il Festival ha organizzato momenti di riflessione molto importanti a livello internazionale a cui il nostro Ateneo saprà dare il contributo. A questo si aggiunge la possibilità di tirocinio o presenza dei nostri studenti alle iniziative di Taobuk. Un’opportunità per entrare in contatto con Premi Nobel e grandi scrittori, oltre che grandi artisti. Crediamo molto nell’apporto che tutta la Comunità Accademica è in grado di dare e di ricevere da eventi così significativi. E il decennale di Taobuk, caratterizzato dallo sforzo organizzativo notevole per adeguarsi alle misure anti Covid 19, ci permetterà di cementare un rapporto che riteniamo qualificato e qualificante. Perciò siamo contenti di esserci con il massimo dell’impegno e della passione.

Bernardo Campo, Commissario Straordinario della Fondazione Taormina Arte SiciliaAnche quest’anno la Fondazione Taormina Arte Sicilia non può che rilevare l’interesse alle iniziative del Taobuk Festival.​ La sezione che tale prestigiosa kermesse dedica alla settima arte è occasione per approfondire i temi che stanno anche alla base del Taormina Film Fest, declinandoli in una diversa prospettiva, finalizzata all’indagine del rapporto tra letteratura e cinema e all’influenza che la narrativa conferisce allo spettacolo cinematografico. La presenza di ospiti illustri e la qualità dei temi trattati da Taobuk rendono Taormina luogo centrale di interesse culturale del mondo letterario e, senza dubbio, contribuiscono, insieme alle attività di TaoArte, alla promozione e valorizzazione turistica del territorio siciliano.

Antonio Marcellino, Sovrintendente della Fondazione Orchestra Sinfonica SicilianaPrendere parte alla decima edizione di Taobuk significa coronare la collaborazione estiva con Taormina. Il nostro obiettivo non è semplicemente quello di eseguire brani ma di portare avanti un progetto artistico d’insieme. La musica dell’Orchestra Sinfonica Siciliana farà da colonna sonora portante al tema dell’entusiasmo, Leitmotiv di Taobuk 2020.

Italo Mennella, Presidente dell’Associazione Albergatori di Taormina: Taobuk è ormai un appuntamento fondamentale nella proposta culturale della nostra città agli occhi del mondo. Ricordo ancora con orgoglio gli albori di questa rassegna che l’Associazione Albergatori sin dai primi passi ha sostenuto e in cui ha sempre creduto. Oggi questa rassegna, giunta alla sua decima edizione, è una consolidata realtà di livello internazionale. Il concept di quest’anno, “l’entusiasmo”, richiama l’humus sociale necessario per affrontare il momento di difficoltà che affligge l’umanità, in cui si avverte la necessità di lottare contro la crisi. Il nostro modus vivendi deve perciò caratterizzarsi per la speranza e la convinzione che possiamo farcela a vincere anche questa sfida.

Nino Rizzo Nervo, Presidente del Comitato scientifico di Taobuk: Vargas Llosa, Aleksievič e l’UE sono tra i protagonisti di Taobuk 2020. La Politica che irrompe e contamina arbitrariamente un evento culturale? La Cultura che sconfina furbescamente su terreni che non le sono propri? No, non è così. Un evento culturale di respiro internazionale come Taobuk poteva non prendere posizione sulla fragilità delle democrazie o non riflettere sull’Unione Europea che finalmente sembra volere riappropriarsi dei suoi valori fondanti (libertà, solidarietà, sicurezza, giustizia, coesione)? Ed è significativo che questo avvenga nell’edizione che celebra il decennale e che ha scelto come parola chiave Entusiasmo, perché l’entusiasmo è sempre stato l’energia positiva che stimola le idee e consente di raggiungere anche i traguardi più difficili e, come diceva Henry Ford, è alla base di tutti i progressi.

TAOBUK AWARDS – In collaborazione con Parco Archeologico Naxos Taormina

Come ogni anno, coronamento del Festival sarà la grande serata al Teatro Antico di Taormina – in programma in quest’edizione per sabato 3 ottobre alle 21.00 – che accoglierà gli interventi e la partecipazione di alcuni tra i più grandi nomi della letteratura e dello spettacolo.

Un evento straordinario in una cornice unica, che sarà palcoscenico della cerimonia di consegna dei prestigiosi Taobuk Awards for Literary Excellence, riconoscimenti all’eccellenza nel campo della letteratura assegnati in questo decennale a Mario Vargas Llosa e a Svetlana Aleksievič, Premi Nobel per la Letteratura nel 2010 e nel 2015, e a Giorgio Montefoschi, Premio Strega nel 1994. A loro va l’omaggio di Taobuk, con le seguenti motivazioni: a Mario Vargas Llosa “per la sua attitudine anticonformista e il suo forte impegno nel cambiamento sociale, portato avanti alternando la scrittura alla partecipazione civica”, a Svetlana Aleksievič “per aver sottolineato, mostrando una profonda consapevolezza sociale e coraggio civile attraverso opere indimenticabili, l’importanza del ruolo degli intellettuali nella nostra società” e a Giorgio Montefoschi “per aver saputo raccontare le atmosfere, le contraddizioni e gli scenari dell’Italia del nostro tempo, vivificandoli in personaggi indimenticabili grazie allo sguardo profondo e analitico che ne fa un critico autorevole del panorama letterario italiano”. A seguire, il conferimento dei Taobuk Awards al regista, produttore e sceneggiatore Pupi Avati, vincitore di tre David di Donatello e di un Nastro d’Argento, al cantautore, musicista e produttore Brunori SAS vincitore, tra gli altri, del Premio Tenco e di un Nastro d’Argento per la miglior colonna sonora, e al violoncellista Mario Brunello, eccellenza della musica italiana esibitosi nelle maggiori sale da concerto del mondo, diretto da nomi quali Claudio Abbado, Myung-Whun Chung, Valery Gergiev, Carlo Maria Giulini, Riccardo Muti e Zubin Mehta.​

A seguire, la consegna da parte di Carlo Nardello, Chief strategy, Customer experience and transformation officer TIM, del premio TaoTIM al vincitore della categoria ‘scrittura creativa’.

Sarà dunque un grande spettacolo quello che andrà in scena al Teatro Antico, tra le esibizioni degli stessi Brunori SAS e Mario Brunello, del soprano russo Ekaterina Bakanova e dell’Orchestra Sinfonica Siciliana. E non solo musica: il parterre del Teatro Antico si farà ribalta del gala di danza con Davide Dato, Primo Ballerino dell’Opera di Vienna, e la compagnia Les Italiens de l’Opéra, rappresentata dai ballerini Alessio Carbone, fondatore della compagnia nonché Étoile dell’Opéra di Parigi, Andrea Sarri e Letizia Galloni. A loro e al soprano Ekaterina Bakanova, andranno i premi speciali del Festival, realizzati, come tutti quelli conferiti da Taobuk, dalla perizia e cura artigianale di Alvaro e Correnti, atelier orafo riconosciuto in ambito internazionale, operante da sempre nel segno della tradizione italiana nel settore. La serata sarà condotta dal giornalista del Tg1-RAI Alessio Zucchini e da Antonella Ferrara, presidente di Taobuk. Daranno il proprio contributo al format gli autori Federico Zatti e Valerio Callieri, il regista Marco Bonfante, il direttore della fotografia Marco Lucarelli e il direttore di palco Pippo Balistreri. Un trionfo di arte, letteratura, musica, danza, che grazie alla Media Partnership Rai andrà in onda​ in differita su Rai 3 il 9 ottobre alle 23:15.

TAORMINA-MESSINA CONFERENCE

L’entusiasmo come​ antidoto​ a quella che già si prospetta come una delle più radicali crisi dell’Occidente, occasione di elaborazione di un programma che ponga le basi per un nuovo inizio: consapevole dell’urgenza di questa materia, Taobuk, in collaborazione con il Think Tank VISION e promosso dall’Università degli Studi di Messina, accoglie quest’anno al suo interno una sezione tematica che si svolgerà tra Taormina e Messina dal 2 al 4 ottobreL’Europa in un mondo post-pandemico – Idee per un dibattito sul futuro dell’Europa nel ventunesimo secolo, questo il titolo dell’evento, vedrà trenta tra intellettuali, politici, giornalisti e storici, portatori ciascuno di una propria visione, ritrovarsi a discutere i progetti per costruire una ‘nuova’ Unione, nel tentativo di contribuire al dibattito stimolando uno scambio di idee che ridia forza e consistenza alla prassi politica. Gli interventi si avvarranno del coordinamento scientifico di Francesco Grillo, economista, fondatore e direttore del think-tank, di Bill Emmott, saggista ed ex direttore del quotidiano inglese The Economist, e di Stefania Giannini, vicedirettrice UNESCO Italia. Gli incontri, liberamente ispirati a dieci temi elaborati da Vision, porteranno alla redazione di un Manifesto di Taormina e saranno articolati in sessioni plenarie e in quattro gruppi di lavoro: L’informazione è potere: politiche sulle piattaforme digitali globali come ragion d’essere per gli stati del XXI secolo; La nuova generazione EU e un approccio pragmatico alle multiple integrations; Aggiornare al XXI secolo i sistemi sanitari e la “superpotenza del welfare”; L’Europa come il luogo in cui sperimentare politiche transnazionali e idee per salvare le liberaldemocrazie. La Conferenza sarà seguita da altri due eventi che coinvolgeranno un pubblico più ampio: ERASMUS per tutti e politiche attive per la creazione di un DEMOS europeo; la rinascita post-pandemica come opportunità di superare la battaglia ideologica tra formiche e cavallette. Tra i partecipanti: Romano Prodi (Ex Presidente della Commissione Europea), Paolo Gentiloni (Commissario Europeo agli Affari Economici), Giuliano Amato (Giudice della Corte Costituzionale ed ex Presidente del Consiglio); Alexandra Borchardt (Journalism Professor, Universität der Künste, Berlino; Senior Research Associate, Reuters Institute for the Study of Journalism, University of Oxford), Juan Cruz (giornalista culturale e co-fondatore de El Paìs), Luciano Fontana (Direttore del Corriere della sera), Matthew Caruana Galizia (giornalista, figlio di Daphne Caruana Galizia), Xue Xinran (giornalista culturale e contributor per The Guardian), Natalie Nougairede (giornalista The Guardian), Helle Thorning Schmidt (ex primo ministro della Danimarca e leader del partito socialdemocratico danese); Franziska Brantner (membro del Bundestag and leader di Alliance 90/ I Verdi); Lorenzo Fioramonti (eurodeputato, già Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca); Michele Geraci (New York University Shangai, capo del tavolo di lavoro Italia-Cina); Sandro Gozi (già Ministro agli Affari Europei ed eurodeputato eletto in Francia); Carlos Moedas (già Commissario Europeo alla Ricerca, Scienza e Innovazione e membro del Consiglio Direttivo dell’Iniziativa Futures of Education); Massimo Nava (Direttore Generale DG REFORM, Commissione Europea).

TAOTIM

Taobuk riconferma la propria attenzione verso le nuove generazioni e le infinite possibilità di declinazione dell’arte in campo tecnologico, grazie alla seconda edizione del Contest TaoTIM, ideato da Taobuk in collaborazione con TIM, Main Sponsor del Festival, e rivolto ai giovani della fascia 18-35 anni provenienti da tutto il territorio nazionale.

In accordo al tema cardine del decennale, quest’anno titolo del contest sarà “Entusiasti digitali”: i partecipanti saranno chiamati a indagare l’entusiasmante esperienza operata dalla rivoluzione digitale nella vita di ciascuno, al pari del ruolo che l’educazione tecnologica ha nel costruire competenze e opportunità per la crescita personale e sociale, ma anche sistemi di rapporti e relazioni che tengano conto di una quotidianità sempre più interconnessa e stimolante.

In occasione dell’importante anniversario che Taobuk celebra quest’anno, inoltre, il contest si apre all’arte nel suo significato più ampio: ogni candidato avrà infatti la possibilità di partecipare adottando il linguaggio a sé più vicino, con un’opera a scelta tra un elaborato scritto, una fotografia o una clip video. Gli elaborati dovranno essere caricati sul sito www.taobuk.it entro il 24 settembre 2020.

I vincitori delle tre categorie saranno resi noti attraverso i canali ufficiali (social e sito) del Festival, e verrà loro garantita l’opportunità di partecipare ai workshop a loro dedicati nel contesto della decima edizione di Taobuk. In particolare, al vincitore della categoria ‘al miglior elaborato’ sarà garantita la possibilità di partecipare a un corso di scrittura creativa a Taormina promosso da Taobuk e Scuola Holden nelle giornate di venerdì 2, sabato 3 e domenica 4 ottobre 2020. La cerimonia di premiazione, a cura di un delegato TIM, avverrà sabato 3 ottobre nel corso della tradizionale serata di gala del Festival.

Al vincitore della categoria ‘migliore fotografia’ sarà garantita la possibilità di partecipare a un workshop di tecnica fotografica promosso da Taobuk nella giornata di domenica 4 ottobre 2020 a cura del fotografo Luigi Nifosì, al termine del quale avverrà la cerimonia di premiazione.

Al vincitore per la categoria ‘miglior videoclip’, sarà garantita la possibilità di partecipare ad un workshop su linguaggi e tecniche espressive del video digitale, nella giornata di domenica 4 ottobre 2020, a cura del regista Fabio Schifilliti.

IL SACRO FUOCO

Da Platone a Steve Jobs passando per Leopardi: gli ospiti di questa decima edizione accompagneranno il pubblico in un viaggio lungo le rotte dell’entusiasmo e dei suoi mille volti, tra letteratura, arti e società. Così farà Matteo Collura, che rievocherà luoghi straordinari e personaggi emblematici attraverso i suoi scritti sulla Sicilia. E sempre in Sicilia si trovano il piccolo borgo raccontato da Tea Ranno e le storie di donne coraggiose di Maria Attanasio, galleria di personaggi ribelli accomunati da un entusiastico desiderio di riscatto. Anche il superfluo diventa talvolta indispensabile: attraverso le riflessioni di sommi filosofi e scrittori, Nuccio Ordine ricostruirà il valore necessario dei saperi considerati “inutili”, ma senza i quali lo spirito inaridisce e i valori fondamentali sono messi in pericolo. Gli stessi valori rivendicati da Mario Vargas Llosa, che ripercorrerà la sua carriera letteraria vissuta all’insegna della libertà e dell’impegno nella lotta contro l’autoritarismo e la censura. Ideali che hanno segnato e diretto anche un’altra carriera letteraria di profonda consapevolezza sociale e coraggio civile, quella di Svetlana Aleksievič che, attraverso capolavori indimenticabili, ha saputo evidenziare il ruolo degli intellettuali nella società e analizzare le complessità della Storia, in un dialogo continuo e vivo con il presente. In modo analogo a Giorgio Montefoschi, attento descrittore delle atmosfere, delle contraddizioni e degli scenari dell’Italia del nostro tempo, vivificati nelle sue opere con le sensazioni e i pensieri di personaggi indimenticabili.

Ma il ‘sacro fuoco’ dell’arte arde anche di musica: ne è prova la rara libertà espressiva mostrata da Mario Brunello, già elogiato da Gramophone per il suo “spirito eccezionale” e descritto come “intenso e appassionato” da The Strad. E questo stesso enthusiasmòs di cui Mario Brunello è incarnazione sarà al centro della lectio magistralis condotta da Luciano Canfora, che indagherà il fenomeno della possessione divina nell’antica Roma. E dalla Roma antica all’Ottocento, sulla scia delle stesse passioni: Grazia Pulvirenti racconterà il caso dimenticato di Jeanne, compagna e modella di Amedeo Modigliani, le cui storie travagliate e opere, a lungo occultate dalla famiglia, sono oggi testimonianze di una soggettività artistica di estrema bellezza e unicità. Infine, l’appassionante e appassionata rilettura della storia italiana condotta dal cronista Marcello Sorgi che, grazie a documenti e interviste inedite, ricostruirà alcuni episodi nevralgici del Novecento italiano che hanno posto le basi per il nostro presente.

PILLOLE DI ENTUSIASMO

Non si crea, non si distrugge ma si trasmette: la formula dell’entusiasmo sta alla base del passaggio del testimone tra le generazioni ed è indispensabile per la costruzione del presente. Di un presente che non sarà più come prima, e che abbiamo il dovere di rendere migliore: lo dimostrano le 92 testimonianze di artisti, scrittori, poeti, medici e architetti raccolte in un’opera corale da Paola Gribaudo. Ed è sempre l’entusiasmo a offrire risposta alla paura e a spingerci ad abbracciare l’inatteso, e con esso il futuro: Giovanni Allevi intraprenderà una profonda ricognizione dell’ansia di cambiare, trovando nel gesto artistico un superamento della nostra condizione di mortalità. Ancora, dall’individuo alla collettività: prenderà il via sempre dall’entusiasmo, in sinergia con Confcommercio Terziario Donna, la riflessione sul cambiamento di cultura necessario in questa fase di rilancio dell’economia e dell’Italia, cambiamento che sappia puntare sui “motori della ripresa” costituiti da Donne, Giovani e Sud per costruire nuovi modelli di sviluppo sostenibile. Infine, il coraggioso entusiasmo di Giovanni Cupidi, che racconta una quotidianità provata dalla tetraplegia, ma subito diventata terreno su cui coltivare sogni, ambizioni, battaglie, desideri, e la disamina che Antonio Grasso fa di Catania, vista come crocevia di scambi e relazioni, come luogo in cui viali, piazze, edifici e palazzi riflettono una vitalità lunga un secolo.

EN-THEOS-OUSIA. IL DIO DENTRO CIASCUNO – In collaborazione con Parco Archeologico Naxos Taormina

In una società liquida, iconoclasta e libera, spesso priva di punti di riferimento, quale spazio esiste per una pratica dell’entusiasmo? Lo spazio dell’arte, qui rappresentato dall’inaugurazione della mostra del pittore Giuseppe Patanè, al contempo riflessione, grido di speranza e invito alla riscoperta del piacere della lettura. Ma uno spazio di rivincita è anche quello della poesia contemporanea, come dimostrato dal caso editoriale di Lorenzo Cioce. Ancora, l’entusiasmo che allo stesso tempo dà origine e nasce dalla ribellione femminile e dalla maternità, come racconta Eleonora de Nardis attraverso le turbolente esistenze di due donne negli anni più intensi della storia recente. Infine, una conversazione sull’arte di essere liberi condotta da Elvira Seminara che, con sguardo disincantato e ironico, si confronta con le sfide di un’età matura ancora ricca e meravigliosamente sorprendente.

IL MONDO CHE VERRÀ

Costruire con l’entusiasmo un mondo migliore: i magistrati Sebastiano Ardita Luigi Patronaggio parleranno di come non vi possa essere vero sviluppo senza una vera giustizia, e di come la recente pandemia e la sempre maggiore restrizione dei diritti umani nel mondo impongano ora una nuova visione del diritto, che tuteli le libertà fondamentali. Lungo lo stesso fil rougeAlmudena Grandes racconterà l’insostenibile peso della dittatura e gli orrori nella Spagna franchista fuori e dentro le mura di un manicomio femminile. E di nuovo un salto nel presente con la lettura dell’attualità dell’economista Federico Fubini, che spingerà a riconsiderare il mondo globale all’insegna di un modello più sano e umano, senza rinunciare all’entusiasmo come chiave di volta di un processo di rifondazione del presente. Rifondazione che non può non passare attraverso un risanamento della natura: la questione ambientale sarà affrontata dalla giornalista scientifica e scrittrice Eliana Liotta e dallo chef Pasquale Caliri. Ancora, il racconto coraggioso e sincero di Rosa Maria Mauceri, che ci insegna a saper vedere oltre il velo di soprusi, abusi e violenze e a ricercare la speranza quando tutto sembra perduto grazie all’amore per noi stessi.

PAROLE DI CELLULOIDE

Con il supporto di Fondazione Taormina Arte Sicilia, Taobuk si fa quest’anno promotore di un’apposita sezione dedicata al rapporto tra letteratura e cinema e al valore che l’influenza narrativa conferisce allo spettacolo cinematografico. Sarà l’occasione per realizzare un ciclo di eventi dedicati al cinema con particolare attenzione al tema dell’interconnessione tra parola e immagine, tra scrittura e immagine, paradigma imprescindibile che sta alla base della stessa ‘invenzione cinematografica’.

Gli incontri con il pubblico evidenzieranno il rapporto di interdipendenza tra letteratura e cinema che vede nella sceneggiatura una forma unica di letteratura tipica, nonché la comprensione dei processi di scrittura per il cinema e la televisione, con uno sguardo, anche grazie ad incontri con sceneggiatori e studiosi del tema, ai generi cinematografici come forme di organizzazione narrativa e alle principali tecniche di scrittura per il cinema.

Saranno ospiti, tra gli altri: Marco RisiMaria Antonietta Schiavina, Pupi Avati.

La sezione prevedrà tributi alla cinematografia di Camilleri e Zeffirelli ed una masterclass sui processi di scrittura per il cinema a cura del regista e sceneggiatore Fabio Schifilliti con un omaggio alle grandi dive del cinema, celebrate anche da una suggestiva mostra realizzata da Fondazione Taormina Arte Sicilia in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia.

TAOBUK OFF

Le spontaneità dell’amore con Luca Bianchini, le irresistibili imperfezioni della vita narrate da Diego De Silva, che ci ha restituito l’immagine di un’umanità autentica, sospesa tra arguzia e tragicommedia, amarezza e catarsi umoristica, e, per finire, un incontro “Per sole donne” (o forse no)”, un tuffo nel non detto sul sesso e i tabù femminili, un sospiro di liberazione da confini e pregiudizi obsoleti a opera di Veronica Pivetti, in un rendez-vous che per sole donne non è: perché una vera parità di genere sarà possibile solo quando a essere femministi saranno anche gli uomini. Tutto questo è Taobuk OFF, appuntamenti con alcuni degli autori più amati e delle personalità più irriverenti della scena culturale, per un’analisi dei sentimenti, ma anche della cultura e delle sfide offerte dall’attualità, che offra punti di vista nuovi. Come quello che verrà proposto da Alessandro Aresu nella sua disamina dei sistemi autoritari e delle implicazioni su vasta scala delle crisi globali, per un affresco dell’età della globalizzazione in tutti i suoi chiaroscuri.

PANEL

Da sempre e per sua stessa natura Taobuk si pone quale fucina di nuove idee, offrendosi come spazio aperto al dibattito e stimolando un’analisi della realtà che ricerchi soluzioni e stimoli nuovi. Nell’edizione del decennale, tre saranno le tavole rotonde promosse durante i giorni di manifestazione, tre panel che affronteranno i temi più urgenti della cultura intesa a 360 gradi: Analisi e prospettive sui consumi culturali ai tempi di Covid-19. L’esperienza culturale come bene comune europeo e il ruolo delle fondazioni, in collaborazione con Gruppo GDS SES-Gazzetta del Sud Giornale di Sicilia, aprirà dunque il dibattito intorno al comparto dell’editoria, alla luce delle tante esperienze che vedono nelle fondazioni i contesti privilegiati per un costante impegno nella promozione della lettura quale bene comune. Saranno presenti, tra gli altri, Stefano Mauri, presidente e AD Gruppo Mauri Spagnol, Tiberio Sarti, AD Ubik Librerie; Antonio Cappello, Direttore del Centro per il Libro e la Lettura; Lino Morgante, presidente e direttore editoriale SES – Società editrice di Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia e Laura Donnini, amministratore delegato e Publisher HarperCollins Italia.

E dalla lettura al patrimonio artistico come bene comune e leva di promozione e sviluppo territoriale: in L’entusiasmo della riscoperta tra racconto e valorizzazione, Manlio Messina, Assessore del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo della Regione Siciliana, Mario Bolognari, Sindaco di Taormina, Andrea Carandini, Presidente FAI, e Marco Magnifico, Vice Presidente FAI, affiancati da altri ospiti, parleranno della Sicilia come terra custode di un patrimonio straordinariamente ricco di miti, storie, stratificazioni e intrecci culturali, offrendo una finestra sulle attuali modalità gestione dei beni culturali e sulle possibili azioni di promozione culturale attraverso la circuitazione di opere d’arte. Infine, sempre di patrimonio artistico si parlerà nella conversazione sulle testimonianze archeologiche della spiritualità femminile nel Mediterraneo e sul significato del culto della dea madre nella letteratura classica, condotta tra Alberto Samonà, Assessore regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Caterina Greco, Direttore Museo Archeologico Regionale Antonio Salinas di Palermo, Andrea Carandini, Presidente FAI-Fondo Ambiente Italiano, Valeria Li Vigni Soprintendente del Mare della Regione Siciliana, Maria Concetta Parello, Parco Archeologico Valle dei Templi di Agrigento e Gabriella Tigano, Direttore Parco Archeologico Naxos Taormina.

LE MOSTRE

Ma Taobuk è anche arte: in accordo con la propria natura di manifestazione che celebra la cultura in ogni sua forma e declinazione, nei giorni del Festival sarà possibile visitare due mostre di artisti contemporanei.

REVELATIONS, dell’artista catanese Giuseppe Patané e a cura di Carmen Bellalba, inaugurerà l’1 ottobre alle 11.30 all’Ex Chiesa del Carmine. Una mostra nata come evoluzione di un percorso di riflessione iniziato durante il periodo del lockdown: una serie di opere che sono un vero e proprio inno al Creato, alla natura, agli animali, a un universo ancestrale e primitivo raccontato con il solo utilizzo delle mani.

All’arte pittorica e ‘materica’ farà da complemento la fotografia: RITRATTI ELOQUENTI. Fotografie di scrittori e di protagonisti della scena culturale vedrà infatti esposti oltre 40 scatti della vasta collezione di Basso Cannarsa, “il fotografo degli scrittori”, allestite a Palazzo Ciampoli in collaborazione con Dedica Festival. Da Primo Levi a Margaret Atwood, da Federico Fellini ad Arundhati Roy, da José Saramago a Natalia Ginzburg: immagini che restituiscono la spontaneità e naturalezza di personaggi ritratti senza enfasi retorica, lontani dall’austera immagine pubblica da cui sono solitamente accompagnati, rivelando la sensibilità umana e professionale del fotografo Cannarsa e sottolineandone l’approccio fatto di eleganza e discrezione, abilità e rapidità. Un allestimento che dà libero accesso al visitatore alla dimensione più intima dei soggetti ritratti, posti in dialogo con citazioni tratte dalle proprie opere o interviste.

MEDIA PARTNERSHIP CON RAI

Con “entusiasmo” RAI affiancherà TAOBUK anche per questa edizione del festival. La RAI sta seguendo con sempre maggiore attenzione progetti culturali che, come TAOBUK, interpretano appieno il ruolo del Servizio Pubblico. Grazie all’importante collaborazione con Rai3, il Servizio Pubblico trasmetterà in esclusiva uno speciale dedicato al Festival venerdì 9 ottobre alle 23:15, in cui troveranno spazio personaggi e protagonisti che parteciperanno a questa edizione 2020.

MEDIA PARTNERSHIP CON CORRIERE DELLA SERA ED EVENTI IN STREAMING SU CORRIERE.IT

Per consentire a tutti la possibilità di assistere agli eventi aprendosi al più ampio pubblico possibile, una selezione dei principali incontri in calendario verrà trasmessa in streaming sul sitowww.corriere.it.

La media partnership che prende il via quest’anno con il maggiore quotidiano nazionale, si avvarrà inoltre del diretto contributo e della professionalità dei giornalisti della testata, chiamati a moderare alcuni dei principali incontri in programma.

YOUTH E-@GE – SEMINARIO NAZIONALE – Programma Erasmus+, Azione Chiave 3

L’associazione Taormina Book Festival promuove il progetto Youth E-@ge: A Digital Agenda for the Youth Participation, finalizzato a sostenere la partecipazione attiva dei giovani alla vita democratica creando un’occasione di incontro e di dialogo tra i ragazzi e i responsabili per le politiche giovanili. Il progetto, promosso nel solco dalla Key Action 3 del programma Erasmus+, ha selezionato 110 candidati di età compresa tra i 15 e i 22 anni provenienti da tutta Italia, che si riuniranno a Taormina durante i giorni di Festival in un Seminario Nazionale per discutere e redigere un’Agenda Digitale per le Politiche e la Partecipazione Giovanili in dieci punti. Dieci impegni che i decision makers si assumeranno per il 2021 in relazione alle politiche giovanili nel loro territorio, e che verranno presentati e discussi a Roma, in novembre, alla presenza di rappresentanti delle istituzioni, decisori politici, organizzazioni ed esponenti del mondo giovanile a livello nazionale ed europeo. Gli ambiti che il progetto si propone di indagare riguarderanno, in particolare: il ruolo delle istituzioni locali nella gestione delle forme di partecipazione attiva dei giovani; la promozione del dialogo fra istituzioni, giovani e associazioni giovanili; il futuro dei giovani nell’Unione Europea; i temi di partecipazione e Youth Empowerment; il volontariato giovanile e il Corpo europeo di solidarietà; la possibilità di garantire il diritto di voto a partire dai sedici anni.

VITA, ISPIRAZIONE E SCRITTURA

CORSO DI SCRITTURA CREATIVA A CURA DI SCUOLA HOLDEN

Si riconferma anche per quest’anno l’ormai tradizionale appuntamento con il corso di scrittura creativa a cura di Scuola Holden (3-4-5 ottobre, Casa Cuseni), diviso in due momenti successivi: nella prima parte, a cura del giornalista e scrittore Francesco Musolino, i partecipanti s’interrogheranno sul gesto di raccontare se stessi e il proprio mondo interiore, analizzando le trappole e i punti di forza, i tranelli e i vantaggi di centrare l’attenzione su di sé, senza annoiare il lettore.

Nella seconda parte, la scrittrice e giornalista Eleonora Lombardo porterà invece a indagare cosa sia l’ispirazione, il perché entusiasmo rappresenti il verbo della grande letteratura e come scrivere significhi risolvere i problemi che si sono creati immaginando. Il laboratorio si terrà in uno dei posti più affascinanti della città: Casa Cuseni, la casa che ha ospitato Lord Bertrand Russell, Tennessee Williams, David Herbert Lawrence, Ezra Pound. Il luogo dove c’è la scrivania alla quale Roald Dahl scriveva La fabbrica di cioccolato e dove ancora è appeso lo specchio di Greta Garbo, dove forse è stato concepito il logo Chanel e il cui giardino esoterico è stato disegnato da Sir Frank Brangwyn.

Iscrizioni aperte fino al 20 settembre, numero massimo partecipanti: 15. Maggiori informazioni al sito: https://www.taobuk.it/progetti/scuola-holden-2020/

TAOKIDS

TaoKids è la sezione che ogni anno Taobuk dedica ai più piccoli: un’occasione formativa per bambini e ragazzi che si articolerà in laboratori didattici tra arte, danza e musica, ideati e curati da Annalisa Galeano (docente nella scuola dell’infanzia e primaria e curatrice di progetti didattici). Dal laboratorio di scrittura e lettura creativa per riflettere su come il vero motore del mondo non sia la tecnologia ma i sogni, spinte di entusiasmo per costruire la realtà, a una caccia all’“entusiasmo nascosto”, in cui i piccoli partecipanti saranno chiamati a riconoscere le proprie emozioni e i propri entusiasmi. Ancora, le attività ludiche create con il linguaggio CAA – Comunicazione Aumentativa Alternativa, insieme di tecniche e strategie didattiche attraverso cui le persone con disabilità hanno l’opportunità di tradurre il proprio pensiero in simboli, ma utilizzabili anche come supporto alla lettura e alla scrittura nella prima infanzia. Infine, esperienze di lettura che si fa materia con i laboratori di ‘lettura in ombra’, in cui i bambini realizzeranno i personaggi della storia e interagiranno con loro, e l’esperienza di lettura animata con i puppets.

In ottemperanza alle norme atte a garantire la sicurezza di pubblico e lavoratori, l’ingresso agli eventi in programma è libero, su prenotazione. La registrazione potrà avvenire tramite compilazione dell’apposito modulo sul sito del Festival www.taobuk.it

Per consentire a tutti la possibilità di assistere agli eventi aprendosi al più ampio pubblico possibile, gli incontri in calendario verranno trasmessi in streaming sul sito del Festival e sulla relativa pagina Facebook. Appositi maxischermi saranno inoltre posizionati all’aperto, in Piazza IX Aprile, conseguendo una ancor maggiore integrazione del Festival nel tessuto cittadino.

Ecco i nomi degli ospiti confermati, ad oggi, per questa X edizione: Svetlana Aleksievič, Giovanni Allevi, Giuliano Amato, Jeffrey Archer, Sebastiano Ardita, Alessandro Aresu, Ruggero Aricò, Gaetano Aronica, Maria Attanasio, Pupi Avati, Ekaterina Bakanova, Laura Silvia Battaglia, Carmen Bellalba, Andrea Benedino, Luca Bianchini, Mario Bolognari, Giampiero Bonaccorsi, Alexandra Borchardt, Franziska Brantner, Mario Brunello, Dario Brunori, Pasquale Caliri, Bernardo Campo, Luciano Canfora, Basso Cannarsa, Angelo Piero Cappello, Andrea Carandini, Alessio Carbone, Camilla Filippi, Matthew Caruana Galizia, Maurizio Caserta, Letizia Casuccio, Lorenzo Cioce, David Coco, Matteo Collura, Juan Cruz, Giovanni Cupidi, Giacomo D’Arrigo, Davide Dato, Eleonora de Nardis, Diego De Silva, Mario Di Caro, Patrizia Di Dio, Franco Di Mare, Lucio Di Mauro, Costanza Di Quattro, Laura Donnini, Bill Emmott, Annie Ernaux, Alessandra Fassari, Lorenzo Fioramonti, Luciano Fontana, Federico Fubini, Lucia Gaberscek, Letizia Galloni, Anne Genetet, Paolo Gentiloni, Michele Geraci, Stefania Giannini, Sandro Gozi, Almudena Grandes, Antonio Grasso, Caterina Greco, Paola Gribaudo, Francesco Grillo, Paola Jacobbi, Patricia La Guzza, Maria Latella, Cleo Li Calzi, Eliana Liotta, Eleonora Lombardo, Marco Magnifico, Sebastien Maillard, Dario Maimone Ansaldo Patti, Gaetano Manfredi, Maria Mattarella, Rosa Maria Mauceri, Massimo Maugeri, Stefano Mauri, Viviana Mazza, Manlio Messina, Carlos Moedas, Giorgio Montefoschi, Giuseppe Montemagno, Nadine Morano, Lino Morgante, Emiliano Morreale, Francesco Musolino, Mario Nava, Kalypso Nicolaidis, Alessandro Notarstefano, Natalie Nougairede, Nuccio Ordine, Ninni Panzera, Giuseppe Parello, Maria Concetta Parello, Giuseppe Patanè, Luigi Patronaggio, Mariangela Pira, Antonella Piraneo, Veronica Pivetti, Romano Prodi, Giuseppe Provenzano, Grazia Pulvirenti, Tea Ranno, Marco Risi, Nicola Saldutti, Alberto Samonà, Carlo Sangalli, Renata Sansone, Lucia Sardo, Andrea Sarri, Tiberio Sarti, Maria Antonietta Schiavina, Fabio Schifiliti, Vivian Schiller, Giorgio Scichilone, Elvira Seminara, Marcello Sorgi, Raffaele Stancanelli, Giovanna Strano, Nino Strano, Elizabeth Strout, Elvira Terranova, Helle Thorning-Schmidt, Gabriella Tigano, Gianfranco Tuzzolino, Mario Vargas Llosa, Giuliano Volpe, Xue Xinran, Sarah Zappulla Muscarà.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione